Posts Tagged 'Cina'

Seconda guerra fredda?


Conclusi i due grandi conflitti mondiali, lo scacchiere internazionale fu dominato da un modello bipolare – centrato su USA e URSS, le due grandi potenze uscite vittoriose dalla guerra – che incarnava due visioni politiche, economiche e ideologiche antagoniste.
La tangibile ostilità – perdurata, a vari gradi d’intensità, sino al 1989-91 – non sfociò in un conflitto armato diretto, cioè “caldo”, tra le due superpotenze, anche a causa dell’esistenza delle armi nucleari. Da qui la definizione di “guerra fredda” coniata da Walter Lippmann.

Venti molto forti di “nuova guerra fredda” hanno ripreso a spirare tra USA e Russia. Nonostante il rischio di possibile scontro armato contro una potenza che possiede 7.000 testate nucleari, i media italiani, a parte qualche sporadico accenno a volo d’aquila, proseguono imperterriti l’ossessiva narrazione dello stato di emergenza sanitaria. Cartina di tornasole questa non solo dell’imbarazzante bolla informativa italiana, ma anche del nostro peso internazionale.

Incoraggiata da Washington, dalla fine di febbraio, l’Ucraina – che potrebbe aderire alla NATO, con tutte le possibili conseguenze di tensioni nel sud-est del Paese – ha iniziato a muovere truppe e mezzi sempre più ad Est. Gli scontri, rinfocolati dai riaccesi conflitti nella regione secessionista del Donbass – definita dal Cremlino «spaventosi» e «provocazioni non solo isolate, ma molteplici» – e in parallelo il “Defender Europe 21”, la più grande esercitazione in Europa della NATO, che da marzo sino a giugno terrà impegnati 28.000 uomini (secondo le fonti russe 40.000 e 15.000 mezzi) e che geograficamente includerà anche il Baltico e il Mar Nero, hanno spinto la Russia a iniziare un posizionamento delle proprie forze lungo il confine occidentale, in risposta ai riposizionamenti ucraini.

La stessa dichiarazione dello «stato di emergenza nazionale» contro la Russia emesso dal presidente statunitense Biden, affiancata dall’espulsione dei diplomatici russi e dalle gravi sanzioni come quella del recente divieto di acquisto di titoli di stato russi da parte delle istituzioni finanziarie USA, sono un grave sgambetto nei confronti della Russia, la quale ha risposto con il ritiro dell’ambasciatore a Washington e con il divieto del passaggio delle navi ucraine – sia militari che civili – nello stretto di Kerch.

Anche il rallentamento del progetto “Nord Stream 2”, il gasdotto russo-tedesco completato al 96%, suona come un’aperta dichiarazione di guerra alla Russia. Washington lo definisce un progetto che darebbe a Mosca un enorme vantaggio finanziario e geopolitico.
Rispetto ai piani dell’ex presidente Donald Trump di ritirare dalla Germania circa 12.000 delle 36.000 truppe, Biden opta invece di rimpolparle di ben 500, a causa delle recenti tensioni sul territorio ucraino. Una minaccia non troppo velata alla Germania di abbandonare il progetto “Nord Stream 2”.

Gli Stati Uniti sanno che per mantenere il proprio ruolo egemone a livello globale è necessario indebolire Russia, Cina e Iran.

Ciò che fondamentalmente differenzia le recenti tensioni tra USA e Russia dalla guerra fredda è che oggi entrambi sono consapevoli di non essere più soli sulla scena mondiale e che la scacchiera geopolitica non è più simmetrica come allora.
Per ora la Russia è costretta a giocare in difesa e ogni forma di dialogo vietatole con l’Europa diviene un potenziale avvicinamento con la potenza asiatica per eccellenza, la Cina.

Fino a dove si spingeranno le tensioni mondiali?
A cosa porteranno le valutazioni di Joe Biden, presidente dalle vedute del secolo scorso?
Quali saranno le risposte del Cremlino sempre più esasperato?

Restiamo in aggiornamento.

Fonti:
https://politi.co/3dwrA53
https://bit.ly/3v4M3nu
https://reut.rs/3szyZEV
https://bit.ly/3aoiRQs
https://bit.ly/3aGoZUr
https://bit.ly/3dt2u6Z

Le armi magiche della Cina


quadrato-per-frasi-GdE

Le armi magiche della Cina” titolano oggi i quotidiani l’uscita dal picco di Corona virus in Cina e l’ingresso alla fase degli aiuti all’Italia.
È il passaggio dalla modalità difensiva a quella propositiva, per riscrivere lo storytelling della crisi mondiale e per affermare il modello cinese che vince contro il virus. E non solo.
È una delle tre «Armi magiche» cinesi in azione.
Xi Jinping, il Segretario generale del Partito Comunista Cinese, riprende la strategia di propaganda esterna di Mao negli anni Trenta, “Far servire la Cina dagli stranieri”. E la rafforza a livelli mai visti prima.
A cosa mira tale strategia?
Mira ad aumentare la propaganda al fine di migliorare in tutti i modi l’immagine internazionale della Cina, utilizzando i mezzi stessi del sistema avversario da combattere.
Il controllo delle informazioni nella sfera interna cinese e nel modo in cui i media internazionali commentano la Cina sono per Xi Jinping di importanza cruciale sin dal suo insediamento nel 2012 (vedi il “Document 9“).
È «la guerra globale dell’informazione», come definita dagli organi di stampa cinesi, volta a far sì che siano gli stranieri stessi a servire la Cina attraverso la sua politica globale di comunicazione strategica che punta a influenzare la percezione internazionale sulla Cina.
Applicando simultaneamente il primo dei 36 stratagemmiAttraversare il mare per ingannare il cielo” e il quattordicesimo stratagemma “Prendere a prestito un cadavere per rifondervi lo spirito”, la Cina ha stabilito accordi strategici con giornali stranieri, stazioni televisive e radiofoniche, fornendo loro contenuti gratuiti nella linea autorizzata dal Partito Comunista Cinese per tutte le notizie relative alla Cina.
Esempi di tali partenariati sono quelli stipulati dal quotidiano in lingua inglese China Daily con almeno trenta quotidiani stranieri (tra cui il New York Times, il Wall Street Journal, il Washington Post e lo UK Telegraph) per portare inserti di quattro o otto pagine chiamate China Watch, con titoli del tipo “40 anni di brillanti successi nel Tibet”.
Oppure gli accordi stretti tra Il Sole 24 Ore e il China Economic Daily, quotidiano di riferimento per l’informazione economica del governo cinese. Oppure tra l’agenzia di Stato cinese Xinhua e l’ANSA. Oppure gli accordi tra il China Media Group (subordinato al Consiglio di Stato cinese e sotto la direzione del Dipartimento per la Comunicazione Politica del Comitato Centrale del Pcc) e Rai, Mediaset e Class Editori.
In questo modo la macchina di propaganda cinese penetra nei media italiani e internazionali e riscrive la narrazione mondiale. Anche attraverso il modello cinese che vince contro il virus.
Consideriamo a fondo questo principio: l’immaginazione e la magia – che oggi preferiamo chiamare “tecniche psicosociologiche” – possono ahinoi! essere utilizzate per esercitare l’egemonia internazionale d’immagine ed economica, infischiandosene altamente del ‘principio interiore’ che sta tanto a cuore a noi Giocatori del Gioco dell’Eroe e agli amici d’Incognita.
Approfondirò questo tema cruciale per il XXI secolo nel mio seminario del 18 ottobre a Incognita (Pesaro) per la ‘AC Mind School’ che dirigo con la prof.ssa Grazia Marchianò.
Nel frattempo consiglio la lettura del mio libro 36 stratagemmi. L’arte segreta della strategia cinese, BestBUR.

Gianluca Magi
www.incognita.online

 

I Viaggi del Gioco dell’Eroe


13055103_773935199373703_6516111801933388062_o
[clicca per ingrandire]

Il viaggio non soltanto allarga la mente: le dà forma.
– BRUCE CHATWIN

I VIAGGI DEL GIOCO DELL’EROE, progetto ideato e diretto da Gianluca Magi, in collaborazione con Cinzia Quintilliani e con l’Agenzia Omnia Incentive House, ci accompagna in luoghi remoti e appartati, lontani dalle rotte dei jet e dalle autostrade: terre suggestive e nascoste, ricche di meraviglie naturali e umane, di riti variopinti e atmosfere misteriose; oppure mete più vicine e famose, per rivelarne però i lati insospettati. Terre, paesi, città, antichi reami in cui ci addentriamo grazie a ricercatori appassionati. Per vivere temibili avventure ed esperienze invidiabili.

Siamo tutti viaggiatori impegnati in un viaggio. Alcuni brancolano, muovendosi come ciechi. Altri si limitano a seguire il gregge e altri il branco. L’essere umano evoluto viaggia con consapevolezza sul proprio sentiero; se è fortunato, in compagnia di altri viaggiatori anomali per arricchire le dimensioni del proprio percorso evolutivo.

La cosa più pericolosa è rimanere immobile, perché quando vivi a lungo in un posto non osservi più nulla.

Il cervello troppo a suo agio nel comfort familiare diventa cieco. Occorre creargli qualche “disagio”, metterlo fuori equilibrio in terre straniere, con abitudini diverse, dove nulla è tuo, se non le cose essenziali, nutrirlo con cibi ricchi e differenti da quelli che conosce.

I VIAGGI DEL GIOCO DELL’EROE cambiano la vita e la prospettiva sul mondo: insegnano che è possibile vivere con poco, stimolano l’osservazione, la fiducia, la prudenza, cambiano il ritmo vitale.

VIAGGIA! Perché come dice il grande scrittore statunitense Mark Twain: «Viaggiare è fatale ai pregiudizi, ai bigottismi e alle menti ristrette».Dissolvi recinti e certezze, per vedere il mondo dal maggior numero possibile di angolazioni, che è anche il modo migliore di vedere se stessi e conoscere il valore dell’essere umano.

LA VIA DEL TAO E LE MONTAGNE SACRE

Il Viaggio esperienziale che inaugura I VIAGGI DEL GIOCO DELL’EROE, fuori dalle rotte dell’usale e della banalità, ha come destinazione la CINA con le sue MONTAGNE SACRE DELLA FILOSOFIA TAOISTA.
Accompagnatore d’eccezione, il prof. Filippo Costantini (esperto di filosofia e musica taoista), coadiuvato da Cinzia Quintilliani.

Per scoprire il dove, il come, il quando e il quanto dell’itinerario del Viaggio, rimani sintonizzato.

Prossime tappe del
MAGIc MYSTERY//SOUND+VISION// TOUR di GIANLUCA MAGI.
>>> Unisciti all’Avventura Extra-ordinaria <<<
★ TERAMO 30 Aprile
WORKSHOP GIOCO DELL’EROE 5° LIVELLO
INFO: robertaventuroni@gmail.com – 349. 0746558
★ TERAMO 1 Maggio
WORKSHOP GIOCO DELL’EROE 2° LIVELLO
INFO: robertaventuroni@gmail.com – 349. 0746558

★ SALUDECIO 8 Maggio
WORKSHOP GIOCO DELL’EROE 1° LIVELLO
INFO: f.daltilia@gmail.com – 333.6107916
https://www.facebook.com/events/229285077417027/
< < < < < SOLD OUT (anzi, Overbooking) > > > > >

★ ARIANO IRPINO (AV) 15 Maggio
WORKSHOP GIOCO DELL’EROE 1° LIVELLO
★ BERGAMO 21 Maggio
WORKSHOP GIOCO DELL’EROE 4° LIVELLO
INFO: info@filosofiaamica.it – 349.5231470
★ BERGAMO 22 Maggio
WORKSHOP GIOCO DELL’EROE 2° LIVELLO
INFO: info@filosofiaamica.it – 349.5231470
Evviva!
Gianluca Magi.

Leggi: Opinioni, Commenti, Feedbacks & etc. sul GIOCO DELL’EROE di GIANLUCA MAGI:

«Il Gioco dell’Eroe è un grande sasso gettato in un immobile stagno» – FRANCO BATTIATO

> QUI I 64 ENIGMI di GIANLUCA MAGI al 15% di sconto <


Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: