Archive for the 'totalitarismo' Category

OGGI COME IERI



Sia ben chiaro a tutti!
A meno di avere paraocchi o, peggio, essere in malafede.
Quale fu la prima mossa di Joseph Goebbels non appena diventato ministro per l’Educazione popolare e la Propaganda nazista?

Esercitare un controllo assoluto su stampa, cinema, radio, scuola, università, arte, cultura e propaganda: una Gleichschaltung, che nella neolingua di regime significa letteralmente omologazione, messa in riga, allineamento della vita culturale e dello spazio pubblico, ridotti a sistema chiuso che non tollera voci fuori dal coro.
È la «rivoluzione fredda», come Goebbels battezza la linea del governo in carica, per svuotare di potere le istituzioni e per addomesticare la popolazione al punto di trasformarla nella fautrice stessa del nuovo governo – tattica illustrata nel Principio II, Unanimità.
La stampa, che non deve «solo informare, ma anche istruire», dichiara Goebbels il 16 marzo 1933 davanti ai giornalisti berlinesi, «deve considerarsi uno strumento nella mani del governo, un pianoforte che il governo può suonare».

– tratto da: Gianluca Magi, Goebbels. 11 tattiche di manipolazione oscura, Prefazione di Jean-Paul Fitoussi, Edizioni Piano B, Prato, gennaio 2021, pp. 34-5.

Nota bene: il mio libro è stato sottoposto a una disgustosa censura preventiva da maggio 2020. Ora, è finalmente disponibile per il pre-order su Amazon [https://amzn.to/345LcrF], Ibs [https://bit.ly/37T4NMG] e nelle librerie fisiche di fiducia.


Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: