Archive for the 'Presenza' Category

La vita Adesso in una tazza di tè: esperimento pratico di lucida/ludica Presenza per bandire speranze e nostalgie.


 

Non finisco mai di stupirmi della saggezza dell’antica filosofia occidentale e del suo invito costante alla flessibilità, all’adattamento e alla lucida/ludica presenza.

Seneca, nelle sue Epistole a Lucilio (78,14) scrive:
«Due cose occorre distruggere, il timore dei guai futuri ed il ricordo di quelli passati: questi non mi riguardano più, quelli non mi riguardano ancora».

Che insegnamento ne traiamo?

Che preoccupazione del futuro (speranza) e attaccamento al passato (nostalgia) sono i due freni che bloccano il raggiungimento del pieno sviluppo di sé o vittoria sulle paure.

L’attaccamento al futuro è un miraggio, una fata morgana che ci illude che cambiando/acquistando una cosa oppure l’altra – l’automobile, la pettinatura, le tette, la TV, un balocco o l’altro – le cose andranno meglio.

L’attaccamento al passato è una «passione triste», dice Spinoza, che trascina indietro come una potente calamita di nostalgia se è un passato felice, di rimorsi e rimpianti se è un passato doloroso.

Sia i miraggi del futuro sia le seduzione del passato sono trappole che fanno smarrire il presente, che impediscono di viverlo pienamente, focolai perniciosi di angosce e paure (le prime derivanti quasi sempre dal passato; le seconde quasi sempre dal futuro) che fanno smarrire la via e la fragranza della vita.

 

Per renderti conto che il passato è passato e il futuro non esiste ancora, prova a gustarti una tazza di buon tè verde: calati totalmente nel presente, sentendo la piacevole sensazione di calore della tazza nelle mani, sulle labbra, assaporando la fragranza e la delicatezza del tè che si spande sulla lingua, nel palato, lungo la gola, lungo l’intero tuo essere, irradiandolo. Se, in quell’istante benedetto, si facessero largo nella mente preoccupazioni per il futuro o ruminanti rimuginii per il passato, preparati una nuova tazza di tè e piacevolmente riprova sinché assaporerai/sarai l’unico momento Reale: il presente.

Evviva!
ilMagio

N.B.: Chiaramente, per plausibili ragioni, l’esperimento pratico non è consigliabile laddove si volesse sostituire alla tazza di tè un bicchiere di buon vino!

Annunci

Trova il gatto! Piccolo esercizio per affinare l’attenzione


A causa della natura della percezione meccanicamente selettiva, è possibile incontrare difficoltà a percepire ciò che si aggira tra noi.
Porre attenzione nello scoprire figure o animali che si mimetizzano è un ottimo esercizio per sviluppare la propria presenza.
Buon divertimento!

p.s.: Se vuoi, puoi cronometrare quanto tempo impieghi per trovare il gatto. Una volta scoperto, non scrivere/dire ad altri dove si trova…


Categorie

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: