Archive for the 'Mind School' Category

Pesaro 17 ottobre 2020 – Incognita AC – Alessandro Tinelli: Luoghi sacri del corpo di arcobaleno.


Pesaro 17 ottobre 2020 – Incognita AC
ALESSANDRO TINELLI: Luoghi sacri del corpo di arcobaleno. Quando il viaggio etnografico apre alla coscienza profonda

Con l’artista visivo e multidisciplinare, Alessandro Tinelli, che vive a Parigi dove lavora per diversi marchi internazionali, faremo un viaggio etnografico appassionante, aperto alla coscienza profonda nei luoghi sacri del corpo d’arcobaleno.Uno dei suoi video – dal titolo “Pietra specchiante” – e il suo commento dal vivo ci guideranno sulla remota isola di Iheya (Okinawa, Giappone) in compagnia della praticante sciamana del villaggio: aprendoci un sentiero che conduce ad un antico luogo sacro; ignoto agli stessi autoctoni.Per una “visione realizzante” della coscienza unificata.

▶︎ Programma dettagliato:
http://incognita.online/iniziative_acmindschool_2020.html

Segreteria Incognita – AC MIND SCHOOL:
340.3820327 (Jessica)

  • incognitamind@gmail.com (per l’intero ciclo di Seminari)
  • incognitamind2020@gmail.com (per singoli Seminari)
    347.7899647 (Marylène): per pernottamenti a prezzi convenzionati

Posti a numero chiuso

26 settembre 2020 Angelo Tonelli a Incognita


26 settembre 2020 – Incognita AC (Pesaro)
ANGELO TONELLI: Sapienza e Sciamanesimo. Tra Grecia e Oriente

Il 26 settembre Angelo Tonelli ci accompagnerà alla scoperta della sapienza. Che non è scialba erudizione, astronomia libraria. La sapienza si libra nel cuore del giorno, incide l’uomo, lo muta. In un imperdibile viaggio, teorico e pratico, nella sapienza orfica ed eleusina e nello sciamanesimo. Tra Grecia e Oriente.

Angelo Tonelli tra i grandi studiosi della sapienza greca, allievo diretto di Giorgio Colli, è straordinario traduttore di Eschilo, Sofocle ed Euripide (per Bompiani), esegeta di Parmenide ed Empedocle (sempre per Bompiani) e di Eraclito e dei presocratici (come “Le parole dei Sapienti”) e indagatore dei misteri (nel fondamentale “Eleusis e Orfismo”, per Feltrinelli).

PROGRAMMA:
http://incognita.online/iniziative_acmindschool_2020.html

● Segreteria Incognita – AC MIND SCHOOL:
340.3820327 (Jessica)
– incognitamind@gmail.com (per l’intero ciclo di Seminari)
– incognitamind2020@gmail.com (per singoli Seminari)
347.7899647 (Marylène): per pernottamenti a prezzi convenzionati

<Posti a numero chiuso>

Patendo conoscere. Lettera agli amici di Incognita. Di Grazia Marchianò


LetteraGrazia

Carissimi amici di INCOGNITA,
<patendo conoscere> è una frase tratta dalla tragedia Agamennone di Eschilo di 27 secoli fa.
Ci invita a riflettere sul nesso tra il <patire> così fortemente sofferto oggi e le inesauribili risorse della <conoscenza> in pianta umana. Potrà apparirvi fuori luogo, retorico, perfino stentoreo mettere a fuoco gli aspetti dell’<apprendere>, dell’<imparare>, del padroneggiare saperi che comunemente si ritiene astratti, teorici e dunque indifferenti alla condizione del <patire> comune. Non è così.
<Sapere> : sàpere in latino significa “apprendere, assorbire” con tutti i nostri sensi all’unisono, non nel modo arido e astratto della RAGIONE (Logos) teorizzata dalla conoscenza matematica per i suoi pur preziosissimi calcoli. Separare il Logos dal sàpere è stata un’operazione con effetti nocivi nella costruzione del pensiero dualistico occidentale mentre la fisica ha dimostrato materia-e-energia inseparabili come due-in-uno.
Se ci volgiamo all’India e alla Cina, scopriamo che le antiche e rispettive parole-chiave sono DHARMA e DAO (la Legge, il Cammino cosmico). Ed è stata la mente umana per com’è fatta, a inventare/scrutare questa legge e questo cammino consapevolizzandoli in modo saggiamente inclusivo.
Se nel profondo di noi stessi riusciamo a sentirci figli del Dharma incamminati nel Dao, questa soggezione inderogabile invece di angosciarci, ci renderà saldi come rocce, fluidi come l’acqua e il vento, pronti a ‘gioire’ insieme di nuovo, uniti nell’umano che è anche sovrumano. Ricordiamocene sempre!
Se taluno di voi della cerchia di INCOGNITA vuole scrivermi direttamente per parteciparmi il suo intimo “conoscere patendo”, il mio indirizzo mail è: fondoscritti@elemirezolla.it.
Arrivederci presto!
Grazia Marchianò

Lettera agli amici di INCOGNITA, 7 marzo 2020


Incognita-Mind-School-FB-Lettera-7-marzoB

Amici carissimi e compagni di avventura di INCOGNITA,
siamo evidentemente tutti rattristati per la situazione in generale e per l’incontro forzatamente mancato, il 7 e l’8 marzo, del primo ciclo dei seminari 2020.
Fino all’ultimo si è tentato di scongiurarne la sospensione temporanea e Gianluca ed io, assieme al Gruppo di lavoro a Pesaro, siamo grati ai due valenti relatori, il grecista Angelo Tonelli e il musicologo e compositore Nicola Cisternino della loro determinazione a mettersi in viaggio comunque e nonostante. Siamo certi che i loro splendidi contributi potranno essere tesoreggiati non appena i tempi saranno tornati normali.

La sfida di INCOGNITA è nota a tutti Voi: aprire gli occhi, la mente e il cuore su quanto di sublime, profondo, ispirante e creativo l’ingegno umano ha sedimentato dalla notte dei tempi, facendocene oggi consapevoli testimoni e partecipi attori.
Si tratta di una vera SFIDA perché le forze che le remano contro sono potenti, insidiose e realmente <virali> fuori e dentro di noi. Il piccolo, prezioso insegnamento che si è tratto finora dai nostri precedenti incontri: la nostra stella polare, è appunto l’appello a coltivare incessantemente l’ORTO INTERIORE.
Sul pianeta visibile ci sono montagne, ghiacciai, vulcani, oceani, deserti, fiumi, valli coltivate, luoghi orridi o meravigliosi, inospitali o accoglienti per miliardi di individui che dalla notte dei tempi assaporano tormenti spesso immani e gioie fugaci nel ciclo perenne di nascita e morte. Disperazione, rimpianti, nostalgie, recriminazioni, prevaricazioni, l’intera gamma dell’umano sentire proviene dall’interno, da quell’orto interiore che, accecati dalle lusinghe dell”esterno’, trascuriamo di coltivare, dimentichi perfino che esista.

Uno dei maggiori pericoli odierni che siamo chiamati a sventare con umile ma convinta determinazione è la dimenticanza del principio interiore, <il pianeta invisibile> al quale dobbiamo restare ancorati con la tenacia selvaggia del neonato al seno materno.
Qualcuno, secoli fa, dichiarò che il dolore esiste, ne additò la causa intrinseca e ammaestrò a fronteggiarlo con le <proprie> forze nel regime di impermanenza al quale tutto è sottoposto nel mondo della vita. Se attingiamo a questo insegnamento lucidissimo, pragmatico, oggettivo e lo facciamo nostro non perché è annoverato come un credo “religioso”, “spirituale” o “mistico” ma perché ci provvede la salda bussola per navigare nell’incertezza, sapremo affrontare e superare i contingenti e futuri incagli sviluppando benevolenza e compassione verso noi stessi, chi ci è vicino e all’altro capo del mondo indifferentemente.

Reimpariamo a resistere, a pazientare, perché non c’è disgrazia che non possa divenire, dentro di noi, un’occasione di risveglio.
Arrivederci presto, cari compagni di avventura.
Un abbraccio di cuore,

Grazia Marchianò e Gianluca Magi.
www.incognita.online

Angelo Tonelli, Nicola Cisternino a Incognita (Pesaro)


Gianluca Magi 18 ottobre 2020 alla AC Mind School – Incognita (Pesaro)


76952114_2180634968703712_4167564899414704128_o

 

– Ultimi 4 posti –
Pesaro 18 Ottobre 2020 (ore 9-14)
HOMO IMAGINANS. Strategie dell’Immaginazione.
Gianluca Magi

Il Seminario si svolgerà a PESARO, presso la sede di INCOGNITA.
info e iscrizioni: incognitamind2020@gmail.com – 340.3820327
www.incognita.online/iniziative_acmindschool_2020.html

PROGRAMMA DEL SEMINARIO:
«L’Immaginazione è l’inizio della creazione. Prima immagini ciò che desideri. Poi vuoi ciò che immagini. E alla fine crei ciò che vuoi».
George Bernard Shaw

Le possibilità offerte dall’Immaginazione umana sono pressoché infinite, in quanto il nostro spazio mentale è pluridimensionale e non sottoposto alle stesse leggi che regolano lo spazio esterno che ci circonda.
Ciò nonostante, di tutte le facoltà umane, la meno valorizzata è proprio l’Immaginazione. E questo è un problema da non sottostimare, perché l’uso sistematico dell’Immaginazione oggi, e ancor più nel futuro alle porte, è indispensabile non solo per l’accrescimento della conoscenza, ma anche per salvarci dalle apparenze, dal caos, dalla stupidità e dall’assoggettamento.
Privi d’Immaginazione siamo totalmente prevedibili. Fattore non trascurabile, se pensiamo che in generale il successo di un’impresa umana è inversamente proporzionale alla sua prevedibilità.
Il viaggio prenderà le mosse dalla Rivoluzione cognitiva inaugurata 70.000 anni fa, allorché i Sapiens cominciarono a parlare di cose che esistevano soltanto nella loro Immaginazione.
La nostra esplorazione attraverserà gli snodi di questo vettore/fattore antropologico della creatività umana capace di attraversare la storia delle idee: dalla magia antica e rinascimentale alla tradizione alchemica, dalla scienza, fantascienza all’Immaginazione poetica e narrativa.
Il viaggio – che farà tesoro anche dei molteplici input giunti, su questi fronti, dal pensiero orientale (Persia, India, Cina, Tibet, Giappone) – giungerà sino all’attuale scenario politico internazionale, alla capacità di alterare il reale, generare strategie di consenso e di manipolazione attraverso l’Immaginazione o l’uso dei simboli della memetica sul web, che proseguono il lavoro dell’Immaginazione e della magia con modalità e mezzi solo apparentemente diversi.

GIANLUCA MAGI:
Già docente di Storia e religioni in Cina, Sociologia della cultura indiana e Storia della filosofia all’Università di Urbino “Carlo Bo”, tra i più brillanti e accreditati studiosi di filosofie e psicologie orientali ed uno degli autori che ha maggiormente contribuito alla elaborazione teorico-pratica e alla diffusione della psicologia transpersonale in Italia, è autore di bestseller tradotti in 33 Paesi.
Ha fondato a Pesaro INCOGNITA – centro d’eccellenza transdisciplinare d’Immaginazione, Filosofie, Scienze e Arti – che dirige con Franco Battiato.
È direttore scientifico, con Grazia Marchianò, della AC MIND SCHOOL, prestigiosa Scuola all’avanguardia nella esplorazione e nello sviluppo delle potenzialità creative della mente.
Dal 2012 si dedica al Gioco dell’Eroe, un grande progetto di percorso evolutivo diffuso in numerose città italiane: bit.ly/gioco-dell-eroe

#GianlucaMagi #Immaginazione #Mente #Creatività #India #Cina #Tibet #Giappone #Persia #Filosofia #Psicologia #Antropologia #Sociologia #Scienza #Arte #Memetica #Meme #Magia #Alchimia #Web #Strategiediconsenso #Manipolazione #Incognita #MindSchool #Pesaro #PesaroUrbino #FrancoBattiato #GraziaMarchianò

KOKORO. Il principio dell’interiorità


quadrato-per-frasi-GdE

Alba del 30 marzo 1880.
Yamaoka Tesshū, uno dei più famosi maestri samurai del periodo Meiji, è in meditazione. Raggiunge il satori, il risveglio.
Ottiene il fondamentale stato del “non-c’è-avversario”.

«Per tanti anni ho forgiato lo spirito nella spada, affrontando con fermezza ogni sfida. Le mura che mi rinchiudevano sono ora crollate. Il pieno risveglio mi ha trasformato in fresca rugiada che riflette il mondo con purezza cristallina. La mente realizza che la realtà è illusione. Preoccupati di vincere o perdere si verrà sconfitti per sempre».

Che cos’è la “mente” di cui ci parla il samurai?
In giapponese è kokoro 心.
Significa anche “cuore”, “spirito”, “coraggio”, “risoluzione”, “sentimento”, “affermazione”.
È “il cuore delle cose”. “Il principio dell’interiorità”.
Senza kokoro, anche se in cima alla scala sociale, si è morti verticali. Anime sperdute. Sconfitte.
Senza il principio dell’interiorità, gli stessi antichi nobili 36 stratagemmi si ridurrebbero ad espedienti meschini.

19 luglio 1888.
Yamaoka Tesshū è in posizione zazen. Scrive il suo poema di morte. Chiude gli occhi. Con animo sereno. Trapassa. Il suo spirito di pura rugiada specchiante a Noi.

Gianluca Magi
www.incognita.online

 

Alessandro Serra 31 Maggio 2020 alla AC Mind School – Incognita (Pesaro)


69214229_2175893265844549_2593464719780085760_o

Pesaro 31 Maggio 2020
DENTRO IL VUOTO. Teatro, gioco e sovrannaturale
prof. Alessandro Serra

Il Corso si svolgerà a Pesaro, presso la sede di INCOGNITA, domenica 31 Maggio dalle h. 09.00 alle h. 14.00.
• • • Pochi posti ancora disponibili • • •
info e iscrizioni:
incognitamind2020@gmail.com340.3820327
http://www.incognita.online/iniziative_acmindschool_2020.html

PROGRAMMA DEL CORSO:
«L’oggetto della ricerca non deve essere il sovrannaturale bensì il mondo. Il sovrannaturale è la luce: se ne facciamo un oggetto lo abbassiamo».
– SIMONE WEIL
«Non c’è niente di misterioso che non diventa evidente e viceversa tutto ciò che è evidente nasconde in sé un mistero». – PAVEL FLORENSKIJ
ATTORE
Gesto-azione-atto. Parola-canto-mantra. Presenza oscena. Videor ut video | sull’arte di essere guardati. La danza delle ossa. Memoria involontaria delle membra. Il corpo vita. Respirare incessantemente. Il coro.
FIGURA E PERSONAGGIO
La figura. Costruzione e composizione di una figura. Il personaggio non esiste. Entelechia: raggiungere l’acme.
SPAZIO-SCENA-LUOGO
Geometria: cerchio-triangolo-rettangolo. Dallo spazio sacro al luogo di rappresentazione.
TEATRO E LETTERATURA
Analisi del testo. Lingua e traduzione. Il morto orale. Parole radianti. Cliché e Archetipo. Convenzione e conoscenza.
GLI OGGETTI
Il potere degli oggetti. Oggetti requisiti e oggetti accessori. Il bio-oggetto.
IL VUOTO
Macchie nuvole e ombre. Creare e sostenere il vuoto.
ACUSTICA VISIVA
Suono. Ritmo. Musica.
LA LUCE
Relazione carnale tra attore e fonti luminose.
IMMAGINE
Drammaturgia dell’immagine: comporre e costruire la scena.

ALESSANDRO SERRA:
Pluripremiato regista teatrale dell’opera MACBETTU, fondatore della Compagnia Teatropersona, i cui spettacoli sono stati presentati in tutto il mondo, si forma come attore a partire dallo studio delle azioni fisiche e dei canti vibratori nel solco della tradizione di Grotowski per poi arrivare alle leggi oggettive del movimento di scena trascritte da Mejerchol’d e Decroux. Integra la sua formazione teatrale con le arti marziali che pratica sin da giovanissimo. Nel frattempo si laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo all’Università la Sapienza di Roma con una tesi sulla drammaturgia dell’immagine. Fondamentale, negli ultimi anni di formazione, l’incontro con Yves Lebreton e il suo metodo del Teatro Corporeo.
La sua recente regia porta in scena il celebre capolavoro di Cechov “Il giardino dei ciliegi”, un omaggio allo sguardo bambino come origine di tutte le cose e luogo della rivolta permanente.

www.incognita.online

Nicola Cisternino 8 Marzo 2020 alla AC Mind School – Incognita (Pesaro)


2.-Impostazione-per-foto-promozionale-Cisternino-FB-Mind-School-2020-copia

 

Pesaro 8 Marzo 2020
CERCO UN CENTRO… Suono e Coscienza tra Giacinto Scelsi e Franco Battiato
(prof. Nicola Cisternino)

Il Corso si svolgerà a Pesaro, presso la sede di Incognita AC, domenica 8 Marzo dalle h. 9.00 alle h. 14.00.
– Non sei ancora iscritto? Puoi comunque frequentare il singolo seminario.
– – Pochi posti ancora disponibili.
info e iscrizioni: incognitamind2020@gmail.com
www.incognita.online/iniziative_acmindschool_2020.html

PROGRAMMA DEL CORSO:
Rientro: Esterno/Interno: Viaggio nel suono interiore.
Nuova nascita: Interno/Esterno: Tra orecchio intrauterino e orecchio aurale.
Ricerca di un centro-nucleo-cuore del suono (dall’Io al Sé).
La ricerca di una sola nota: Giacinto Scelsi.
La ricerca del centro di gravità permanente: Franco Battiato.

NICOLA CISTERNINO:
Il Maestro Nicola Cisternino, compositore, direttore d’orchestra, artista e docente di Arti e Musiche Contemporanee presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, allievo di Sylvano Bussotti, anche noto per aver elaborato dagli anni Ottanta un proprio universo grafosonoro definito come Graffiti Sonori (Alfabeta 1986), è considerato fra i compositori più originali della scena musicale italiana contemporanea per le interazioni nelle sue opere fra suono scrittura immagini e modelli compositivi quantistici.
La sua ricerca è segnata dall’opera di alcuni maestri sapienziali: Lao Tzu, Leonardo da Vinci, Giordano Bruno, W. A. Mozart, Edgard Varèse, Bruno Maderna, Giacinto Scelsi, John Cage, Luigi Nono, Carl Gustav Jung e Raimon Panikkar.

AC MIND SCHOOL. Che cosa bolle in pentola a Pesaro nel progetto di serietà estrosa di FRANCO BATTIATO, GRAZIA MARCHIANÒ e GIANLUCA MAGI?


Battiato-Marchian-Magi

INTERVISTA di Enzo Cecchini (“La Piazza”, dicembre 2019)

A INCOGNITA, Centro transdisciplinare a Pesaro diretto da Franco Battiato e Gianluca Magi, la Advanced Creativity Mind School, co-diretta da Grazia Marchianò, richiama menti connettive e creative da ogni parte d’Italia e dall’estero per scoprire le “Tracce dal corpo di arcobaleno per un umano interiormente ridestato”.

Su Wikipedia si legge che la Mind School «si propone di fondere l’immaginazione in una lega con le nuove e accreditate ricerche scientifiche, in chiave cognitiva per il XXI secolo; tesoreggiando ‘l’intelligenza del cuore’ e ciò che si è inteso per ‘principio dell’interiorità’ in Oriente, Occidente e in ciò che sopravvive dei mondi indigeni».

INCOGNITA a Pesaro è nata dalle ceneri della scuola di studi comparativi, un progetto che fondasti nel 1995 a Rimini. Perché hai sentito di dover fondare INCOGNITA e la AC Mind School?
Perché il tempo è mutato rispetto a quegli anni. Allora io aprii uno spiraglio. Ora INCOGNITA allarga quello spiraglio a tutto spettro con un progetto coraggioso e d’avanguardia. Che ha trovato fin dagli esordi il sostegno di Franco Battiato e l’aiuto di Grazia Marchianò. L’intento costitutivo è formare all’ascolto e alla ricezione delle menti più brillanti oggi disponibili nell’ambito italiano, che povero non è di ingegni intellettualmente liberi ed emancipati.

Mi dicevi che INCOGNITA è parola, immagini, proiezioni, ascolti, pratiche attive che impegnano materialmente e intellettualmente.
Sì, con l’intento di apertura di orizzonti su prospettive nuove, non schierate, di apprendimento e conoscenza interiormente vissuti, spaziando in tutti i campi accessibili e ogni mezzo. Costruire per gli iscritti intese di una solidarietà consapevole del limite e dell’illimitato, lavorando a una “rettifica dei nomi”, come Confucio esortava a fare secoli fa: parole come ‘natura’, ‘spirito’,’ essere’, ‘sostanza’, ’causa’, ‘scopo’, ‘sacrificio’, per come sono state teorizzate in passato, oggi non reggono più e vanno riformulate e vivificate. A vantaggio della comunità locale e allargata. Con intimità e integrità. Ed anche in forza della serietà estrosa.

In che senso “serietà estrosa”?
“Serietà estrosa” è la caratteristica che distingue INCOGNITA.
‘Serio’ perché i relatori sono vagliati secondo indiscutibili competenze.
‘Estroso’ perché intende scavalcare le miopie accademiche che ingessano la conoscenza, facendo perdere di vista: uno, che è un cammino aperto in tutte le direzioni; due, che si affida alla mente come un periscopio che punta il faro nella vastità di un sapere che mai come oggi deve essere consapevolizzato. L’Oriente è occidentale quanto l’Occidente è stato assunto e metabolizzato nei paesi dell’Asia aperti al futuro. La casa comune si chiama Eurasia.
Gli “incontri” della AC Mind School sono non convenzionali, dove chi parla e chi ascolta condivide in parti eguali il tentativo di cogliere nelle immersioni creative e cognitive dell’immaginario, in certi vagabondaggi illuminati e nei saperi non ancora del tutto spenti ai quattro capi del mondo, quell’indecifrabile linea dell’Oltre in cui il sovrumano e il post-umano, figli gemelli della ‘mente unificata’, si passano le consegne nell’ora presente.

“Tracce dal corpo di arcobaleno per un umano interiormente ridestato”, il programma 2020 è d’innegabile fascino.
Sì, come i suoi relatori. Pensa, avremo con noi ANGELO TONELLI, tra i grandi studiosi della sapienza greca, allievo diretto di GIORGIO COLLI, straordinario traduttore di Eschilo, Sofocle ed Euripide, esegeta di Parmenide, Empedocle, Eraclito e i presocratici, indagatore dei misteri orfici ed eleusini (tutti da lui pubblicati per Bompiani e Feltrinelli). Tonelli ci accompagnerà alla scoperta della sapienza. Che non è scialba erudizione, astronomia libraria. La sapienza si libra nel cuore del giorno, incide l’uomo, lo muta. In un imperdibile viaggio, teorico e pratico, nella sapienza orfica ed eleusina e nello sciamanesimo. Tra Grecia e Oriente.
Avremo il Maestro NICOLA CISTERNINO, compositore, direttore d’orchestra, artista e docente di Arti e Musiche Contemporanee presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, anche noto per aver elaborato dagli anni Ottanta un proprio universo grafosonoro definito come Graffiti Sonori per le interazioni nelle sue opere fra suono scrittura immagini e modelli compositivi quantistici. Il suo corso dal titolo “Cerco un Centro…” ci guiderà al cuore del Suono e Coscienza, tra Giacinto Scelsi e Franco Battiato.
Ci sarà GRAZIA MARCHIANÒ, figura di spicco della cultura internazionale, studiosa di estetica e orientalista, moglie di ELÉMIRE ZOLLA, che ci introdurrà nel mondo della materia che si accende di luce, cioè come destarsi alla non-dualità nella condizione vincolante dell’esperienza comune. Per un’esplorazione dell’ignoto nel noto, di donne e uomini senza paura.
Sarà dei nostri il pluripremiato regista teatrale dell’opera MACBETTU, ALESSANDRO SERRA: ha per noi in serbo un incontro il cui titolo è già un invito ad esserci: “Dentro il vuoto. Teatro, gioco, sovrannaturale”. Invito a prendere visione del programma, perché ogni sua riga ti fa vibrare come un diapason.
Con l’artista visivo e multidisciplinare, ALESSANDRO TINELLI, che vive a Parigi dove lavora per diversi marchi internazionali, attraverso i suoi video e commenti dal vivo faremo un viaggio etnografico aperto alla coscienza profonda nei luoghi sacri del corpo d’arcobaleno; non ultimo il suo documentario “Pietra specchiante” guidato dalla praticante sciamana dell’isola di Iheya (Giappone) aprirà un sentiero che porta ad un antico luogo sacro ignoto agli stessi autoctoni.
Concluderà l’a.a. il mio corso “Homo Imaginans. Strategie dell’Immaginazione” che prenderà le mosse dalla Rivoluzione cognitiva di 70.000 anni fa, allorché i Sapiens cominciarono a parlare di cose che esistevano soltanto nella loro immaginazione, per giungere all’attuale capacità di alterare il reale e generare strategie di consenso e di manipolazione attraverso l’Immaginazione. Il viaggio si snoderà, tra Occidente e Oriente, senza trascurare il pensiero magico, antico e rinascimentale, e alchemico e il suo riverbero nell’odierna psicosociologia.

Un programma davvero ricco e suggestivo.
Firmo e sottoscrivo!
Trovi il programma in dettaglio al sito www.incognita.online.


Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: