Archive for the 'Franco Battiato' Category



Buon 91° compleanno Jodo!


quadrato-per-frasi-GdE

«Tutto ciò che facciamo agli altri lo facciamo a noi stessi, e il solo fatto di entrare in comunicazione con gli altri senza aggredirli ci dà qualcosa».

FELICE 91° COMPLEANNO!, caro Amico mio.

Alejandro Jodorowsky. Per “Gioco dell’Eroe”: «una tradizione iniziatica che condivido con Gianluca Magi». Nuova edizione arricchita: bit.ly/gioco-dell-eroe
La Presentazione è scritta da FRANCO BATTIATO

▶️ BARI 22 MARZO: Gianluca Magi. Workshop Gioco dell’Eroe.
Programma: www.facebook.com/events/502108980606898/

▶️ Ricordo che la data del 22 MARZO A BARI è unica e non ne seguiranno altre. Cioè: dopo non ci saranno più Workshop di attivazione del GdE (Livello 1), ma solo i Livelli successivi per i Giocatori che proseguiranno il Viaggio in mia compagnia.

▶️ COME ISCRIVERSI per il 22 MARZO:
Scrivere a: gdepuglia2020@gmail.com
oppure telefonare a: Giuliana 320.8256783

Maturare verso l’infanzia


quadrato-per-frasi-GdE

Non solo nel Gioco dell’Eroe, non impongo mai nulla.
Ciò che cerco di fare è di creare la condizione affinché certe cose si manifestino.
La precisione pensata, misurata e decisa del GdE non è mai imposta. Elargisco tutto il mio lavoro preparatorio, proprio perché considero il Giocatore un artista dell’Immaginazione al pari mio.
Gli argomenti, le musiche, le letture, le prime ipotesi, i testi, le immagini…la materia la propongo io, le Visioni le producono i Giocatori a partire dalla prima materia di partenza.
Ciascuno e collettivamente la sollecitano, sviluppano, dinamizzano in base alla propria sensibilità e Immaginazione. In un clima di reciproco rispetto e collaborazione.
Anche questo significa maturare verso l’infanzia: un <Apriti Sesamo> a quello stato glorioso della mente dove alberga un immenso tesoro psichico da scoprire. Per accedere ad una creatività avanzata spinta oltre le parole.
Il “Gioco dell’Eroe” è un meraviglioso viaggio da affrontare insieme, non importa di che religione siamo o qual è il colore della nostra pelle o che lavoro facciamo.
La coercizione e gli autoritarismi, non solo in campo psico-pedagogico, mi hanno sempre procurato maestosi sbadigli.

Gianluca Magi. Per “Gioco dell’Eroe
Nuova edizione arricchita: bit.ly/gioco-dell-eroe
La Presentazione è scritta da FRANCO BATTIATO

[Il perché dell’immagine in foto si scoprirà il giorno del nuovo Workshop]

Gianluca Magi. Per “Gioco dell’Eroe
Nuova edizione arricchita: bit.ly/gioco-dell-eroe
La Presentazione è scritta da FRANCO BATTIATO

[In foto mio figlio Cristoforo a 5 anni]

▶️ BARI 22 MARZO: Gianluca Magi. Workshop Gioco dell’Eroe.
Programma: www.facebook.com/events/502108980606898/

▶️ Ricordo che la data del 22 MARZO A BARI è unica e non ne seguiranno altre. Cioè: dopo non ci saranno più Workshop di attivazione del GdE (Livello 1), ma solo i Livelli successivi per i Giocatori che proseguiranno il Viaggio in mia compagnia.

▶️ COME ISCRIVERSI per il 22 MARZO:
Scrivere a: gdepuglia2020@gmail.com
oppure telefonare a: Giuliana 320.8256783

Angelo Tonelli, Nicola Cisternino a Incognita (Pesaro)


Onora i bambini


quadrato-per-frasi-GdE

Non mettere loro delle nozioni errate nella testa.
Non abusare della loro tenera e indifesa età.
Non credere che, poiché «sono dei bambini», siano degli esseri limitati o incompiuti.
Non credere che non sappiano, che non capiscano e che dimentichino.
I bimbi sanno tutto, comprendono tutto, intuiscono tutto e ricordano, ahinoi!, tutto.
Il bimbo fotografa, conserva il negativo e lo svilupperà più tardi. E allora giudicherà.
Fuggevoli menzogne, comode vigliaccherie, povere astuzie, gretti sotterfugi, miserabili mistificazioni, tutte a scopo educativo, un bel giorno verranno fuori dalla pellicola, nel bagno della camera oscura del Tempo.
Il padre e la madre non se ne ricorderanno; il ragazzo sì.

Gianluca Magi. Per “Gioco dell’Eroe
Nuova edizione arricchita: bit.ly/gioco-dell-eroe
La Presentazione è scritta da FRANCO BATTIATO

[In foto mio figlio Cristoforo a 5 anni]

▶️ BARI 22 MARZO: Gianluca Magi. Workshop Gioco dell’Eroe.
Programma: www.facebook.com/events/502108980606898/

▶️ Ricordo che la data del 22 MARZO A BARI è unica e non ne seguiranno altre. Cioè: dopo non ci saranno più Workshop di attivazione del GdE (Livello 1), ma solo i Livelli successivi per i Giocatori che proseguiranno il Viaggio in mia compagnia.

▶️ COME ISCRIVERSI per il 22 MARZO:
Scrivere a: gdepuglia2020@gmail.com
oppure telefonare a: Giuliana 320.8256783

Gianluca Magi 18 ottobre 2020 alla AC Mind School – Incognita (Pesaro)


76952114_2180634968703712_4167564899414704128_o

 

– Ultimi 4 posti –
Pesaro 18 Ottobre 2020 (ore 9-14)
HOMO IMAGINANS. Strategie dell’Immaginazione.
Gianluca Magi

Il Seminario si svolgerà a PESARO, presso la sede di INCOGNITA.
info e iscrizioni: incognitamind2020@gmail.com – 340.3820327
www.incognita.online/iniziative_acmindschool_2020.html

PROGRAMMA DEL SEMINARIO:
«L’Immaginazione è l’inizio della creazione. Prima immagini ciò che desideri. Poi vuoi ciò che immagini. E alla fine crei ciò che vuoi».
George Bernard Shaw

Le possibilità offerte dall’Immaginazione umana sono pressoché infinite, in quanto il nostro spazio mentale è pluridimensionale e non sottoposto alle stesse leggi che regolano lo spazio esterno che ci circonda.
Ciò nonostante, di tutte le facoltà umane, la meno valorizzata è proprio l’Immaginazione. E questo è un problema da non sottostimare, perché l’uso sistematico dell’Immaginazione oggi, e ancor più nel futuro alle porte, è indispensabile non solo per l’accrescimento della conoscenza, ma anche per salvarci dalle apparenze, dal caos, dalla stupidità e dall’assoggettamento.
Privi d’Immaginazione siamo totalmente prevedibili. Fattore non trascurabile, se pensiamo che in generale il successo di un’impresa umana è inversamente proporzionale alla sua prevedibilità.
Il viaggio prenderà le mosse dalla Rivoluzione cognitiva inaugurata 70.000 anni fa, allorché i Sapiens cominciarono a parlare di cose che esistevano soltanto nella loro Immaginazione.
La nostra esplorazione attraverserà gli snodi di questo vettore/fattore antropologico della creatività umana capace di attraversare la storia delle idee: dalla magia antica e rinascimentale alla tradizione alchemica, dalla scienza, fantascienza all’Immaginazione poetica e narrativa.
Il viaggio – che farà tesoro anche dei molteplici input giunti, su questi fronti, dal pensiero orientale (Persia, India, Cina, Tibet, Giappone) – giungerà sino all’attuale scenario politico internazionale, alla capacità di alterare il reale, generare strategie di consenso e di manipolazione attraverso l’Immaginazione o l’uso dei simboli della memetica sul web, che proseguono il lavoro dell’Immaginazione e della magia con modalità e mezzi solo apparentemente diversi.

GIANLUCA MAGI:
Già docente di Storia e religioni in Cina, Sociologia della cultura indiana e Storia della filosofia all’Università di Urbino “Carlo Bo”, tra i più brillanti e accreditati studiosi di filosofie e psicologie orientali ed uno degli autori che ha maggiormente contribuito alla elaborazione teorico-pratica e alla diffusione della psicologia transpersonale in Italia, è autore di bestseller tradotti in 33 Paesi.
Ha fondato a Pesaro INCOGNITA – centro d’eccellenza transdisciplinare d’Immaginazione, Filosofie, Scienze e Arti – che dirige con Franco Battiato.
È direttore scientifico, con Grazia Marchianò, della AC MIND SCHOOL, prestigiosa Scuola all’avanguardia nella esplorazione e nello sviluppo delle potenzialità creative della mente.
Dal 2012 si dedica al Gioco dell’Eroe, un grande progetto di percorso evolutivo diffuso in numerose città italiane: bit.ly/gioco-dell-eroe

#GianlucaMagi #Immaginazione #Mente #Creatività #India #Cina #Tibet #Giappone #Persia #Filosofia #Psicologia #Antropologia #Sociologia #Scienza #Arte #Memetica #Meme #Magia #Alchimia #Web #Strategiediconsenso #Manipolazione #Incognita #MindSchool #Pesaro #PesaroUrbino #FrancoBattiato #GraziaMarchianò

BARI 22 marzo Gianluca Magi Gioco dell’Eroe


Locandina-GdE1-Workshop-2020-BARI-quadrata

Prima del cane, il miglior amico dell’uomo è l’Immaginazione.
Purtroppo invecchia precocemente. Aggrinzisce, man mano che cresciamo. Per diventare prima un’ombra. E poi una menzogna.
Che peccato! se pensi che oggi per vivere è necessaria molta più immaginazione di quella di cui disponiamo o che ci reprimono o che, a nostra volta, reprimiamo negli altri.
Perché è così necessaria?
Perché privo d’Immaginazione sei totalmente prevedibile.
Fattore non trascurabile, se pensi che in generale il successo di un’impresa umana è inversamente proporzionale alla sua prevedibilità.
Considera il Gioco dell’Eroe un Immagino-stimolatore in un percorso all’avanguardia, fuori dagli schemi, ad alto quoziente psico-ludico e a elevato tasso di meraviglia. E sarai prossimo alla Realtà.

Se l’immagine dell’Immagino-stimolatore non ti calza, allora te ne offro un’altra.
Il Gioco dell’Eroe è un forma di Judo dell’Immaginazione.
Il judo è un’arte marziale di origini antiche. Il nome rinvia a un principio che è l’opposto della forza bruta: il termine ju 柔, ha un’ampia gamma di significati, tra i quali “cedevolezza”, “flessibilità”, “dolcezza nella forza”, “forza nella dolcezza”. L’idea di base è che l’ombra può essere conquistata dalla luce, la luce può essere conquistata dall’ombra.
Do 道 ha una valenza spirituale, di accesso a un livello di consapevolezza superiore. Indica la Via (Tao): la fioritura interiore che rende il Giocatore una persona migliore.
Il principio dell’interiorità attraverso la pratica del Gioco dell’Eroe.
La fondamentale, imprescindibile differenza tra un guerriero in cerca di vittoria e un guerriero in cerca di Luce.
La vittoria non è lo scopo della pratica GdE. È una conseguenza.
E se la vittoria non è collettiva, è egoismo. Per miserabili.

IL PROGRAMMA:
Andare oltre lo specchio e dare alla luce la tua Vocazione innata è la funzione dell’originale seminario condotto da Gianluca Magi, che si avvarrà di video immersivi, creati dall’Autore, durante la parte teorica che precede la parte pratica.
È l’inizio di un’avvincente avventura insieme…Ci puoi scommettere il naso!

EVENTO FB: facebook.com/events/502108980606898/

DOVE E QUANDO:
BARI presso Sede in definizione in base alle adesioni,
dalle h. 10.00 alle h. 17.30

COME ISCRIVERSI:
Scrivere a: gdepuglia2020@gmail.com
oppure telefonare a: Giuliana: 320.8256783

POSTI LIMITATI:
Il Gioco dell’Eroe è uno spazio d’integrità, intimità e collaborazione in cui possiamo condividere, dialogare in profondità e connetterci in autenticità, senza giudizio o ipocrisie varie. Per una fondamentale fioritura personale e collettiva. Dunque, non è per le resse da arene o palazzetti dello sport.
I partecipanti (meglio, i Giocatori) avranno la possibilità di rimanere in CONTATTO DIRETTO con Gianluca Magi, attraverso la pagina segreta Facebook che sarà aperta il giorno seguente al seminario.
I Giocatori riceveranno in dono un esclusivo GdE LogBook (Diario di bordo) e matita rossa GdE1 + NOVITÀ:
riceveranno gratuitamente il link da cui ascoltare e/o scaricare il brano di Cristoforo Magi “Follow the White Rabbit”, bijou musicale che rasserena il Cuore e la Mente.

GIANLUCA MAGI:
È tra i protagonisti più influenti e accreditati nel campo della psicologia trans personale e delle filosofie orientali. Autore di bestseller: la sua opera, tradotta in 33 Paesi, ha inaugurato diverse tendenze ed è fonte d’ispirazione in vari campi del pensiero.
Ha fondato a Pesaro <INCOGNITA • Advanced Creativity>, centro d’eccellenza transdisciplinare, che dirige con FRANCO BATTIATO: www.incognita.online . Con la prof.ssa Grazia Marchianò, moglie di Elémire Zolla, è direttore scientifico della <AC MIND SCHOOL> a Pesaro, conosciuta come prestigiosa Scuola all’avanguardia nella esplorazione e nello sviluppo delle potenzialità creative della mente.
Già docente all’Università di Urbino di materie legate alle psicologie e filosofie orientali, abbandona l’insegnamento universitario nel 2012 per dedicarsi al “Gioco dell’Eroe”, un grande progetto di percorso evolutivo diffuso nelle maggiori città italiane: www.giocodelleroe.it

WIKIPEDIA: https://it.wikipedia.org/wiki/Gianluca_Magi
WIKIQUOTE: https://it.wikiquote.org/wiki/Gianluca_Magi
www.gianlucamagi.it

COSA DICONO DI GIANLUCA MAGI E DEL GIOCO DELL’EROE:
https://bit.ly/2QQ0xUV

Nicola Cisternino 8 Marzo 2020 alla AC Mind School – Incognita (Pesaro)


2.-Impostazione-per-foto-promozionale-Cisternino-FB-Mind-School-2020-copia

 

Pesaro 8 Marzo 2020
CERCO UN CENTRO… Suono e Coscienza tra Giacinto Scelsi e Franco Battiato
(prof. Nicola Cisternino)

Il Corso si svolgerà a Pesaro, presso la sede di Incognita AC, domenica 8 Marzo dalle h. 9.00 alle h. 14.00.
– Non sei ancora iscritto? Puoi comunque frequentare il singolo seminario.
– – Pochi posti ancora disponibili.
info e iscrizioni: incognitamind2020@gmail.com
www.incognita.online/iniziative_acmindschool_2020.html

PROGRAMMA DEL CORSO:
Rientro: Esterno/Interno: Viaggio nel suono interiore.
Nuova nascita: Interno/Esterno: Tra orecchio intrauterino e orecchio aurale.
Ricerca di un centro-nucleo-cuore del suono (dall’Io al Sé).
La ricerca di una sola nota: Giacinto Scelsi.
La ricerca del centro di gravità permanente: Franco Battiato.

NICOLA CISTERNINO:
Il Maestro Nicola Cisternino, compositore, direttore d’orchestra, artista e docente di Arti e Musiche Contemporanee presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, allievo di Sylvano Bussotti, anche noto per aver elaborato dagli anni Ottanta un proprio universo grafosonoro definito come Graffiti Sonori (Alfabeta 1986), è considerato fra i compositori più originali della scena musicale italiana contemporanea per le interazioni nelle sue opere fra suono scrittura immagini e modelli compositivi quantistici.
La sua ricerca è segnata dall’opera di alcuni maestri sapienziali: Lao Tzu, Leonardo da Vinci, Giordano Bruno, W. A. Mozart, Edgard Varèse, Bruno Maderna, Giacinto Scelsi, John Cage, Luigi Nono, Carl Gustav Jung e Raimon Panikkar.

La triplice scintilla per la mente


Magi-Chennai
La mente è qualcosa di stupefacente.
È in grado di concepire la complessità delle particelle fondamentali della materia e l’immensità dei cieli.
Per sviluppare appieno le proprie potenzialità, la mente necessita di una triplice scintilla.
Quella scintilla è la capacità di meravigliarsi, di interrogarsi e di avere coraggio.
Nella mente di Albert Einstein scoccava quella scintilla che lo conduceva a guardare oltre la superficie delle cose per portare alla luce la loro struttura sottostante. Il senso comune non lo intimoriva. Non lo spaventava neppure che la realtà dev’essere proprio come sembra. Aveva il coraggio di sostenere tesi che ad altri sembravano assurde.
Questo gli diede la libertà di un genio della sua epoca e della storia umana in generale.
Capacità di meraviglia, di interrogarsi e di avere il coraggio: ecco la scintilla per la mente.
Non di rado dietro allo scoccare di quella scintilla c’è un maestro che ha confidato in noi: quando decidiamo che cosa fare nella vita, spesso la nostra scelta dipende da qualcuno che ha infuso in noi la possibilità di meravigliarci, di interrogarci e di avere coraggio.
E se non riconosciamo fisicamente un maestro?
Allora immaginiamo «un aiuto chiaro da un’invisibile carezza di un Custode» (Franco Battiato).

Evviva!
Gianluca Magi per “Il Gioco dell’Eroe”: https://amzn.to/2TzCuNB
Presentazione di Franco Battiato.
www.incognita.online

[Foto di Cristoforo Magiński – Chennai (India)]

AC MIND SCHOOL. Che cosa bolle in pentola a Pesaro nel progetto di serietà estrosa di FRANCO BATTIATO, GRAZIA MARCHIANÒ e GIANLUCA MAGI?


Battiato-Marchian-Magi

INTERVISTA di Enzo Cecchini (“La Piazza”, dicembre 2019)

A INCOGNITA, Centro transdisciplinare a Pesaro diretto da Franco Battiato e Gianluca Magi, la Advanced Creativity Mind School, co-diretta da Grazia Marchianò, richiama menti connettive e creative da ogni parte d’Italia e dall’estero per scoprire le “Tracce dal corpo di arcobaleno per un umano interiormente ridestato”.

Su Wikipedia si legge che la Mind School «si propone di fondere l’immaginazione in una lega con le nuove e accreditate ricerche scientifiche, in chiave cognitiva per il XXI secolo; tesoreggiando ‘l’intelligenza del cuore’ e ciò che si è inteso per ‘principio dell’interiorità’ in Oriente, Occidente e in ciò che sopravvive dei mondi indigeni».

INCOGNITA a Pesaro è nata dalle ceneri della scuola di studi comparativi, un progetto che fondasti nel 1995 a Rimini. Perché hai sentito di dover fondare INCOGNITA e la AC Mind School?
Perché il tempo è mutato rispetto a quegli anni. Allora io aprii uno spiraglio. Ora INCOGNITA allarga quello spiraglio a tutto spettro con un progetto coraggioso e d’avanguardia. Che ha trovato fin dagli esordi il sostegno di Franco Battiato e l’aiuto di Grazia Marchianò. L’intento costitutivo è formare all’ascolto e alla ricezione delle menti più brillanti oggi disponibili nell’ambito italiano, che povero non è di ingegni intellettualmente liberi ed emancipati.

Mi dicevi che INCOGNITA è parola, immagini, proiezioni, ascolti, pratiche attive che impegnano materialmente e intellettualmente.
Sì, con l’intento di apertura di orizzonti su prospettive nuove, non schierate, di apprendimento e conoscenza interiormente vissuti, spaziando in tutti i campi accessibili e ogni mezzo. Costruire per gli iscritti intese di una solidarietà consapevole del limite e dell’illimitato, lavorando a una “rettifica dei nomi”, come Confucio esortava a fare secoli fa: parole come ‘natura’, ‘spirito’,’ essere’, ‘sostanza’, ’causa’, ‘scopo’, ‘sacrificio’, per come sono state teorizzate in passato, oggi non reggono più e vanno riformulate e vivificate. A vantaggio della comunità locale e allargata. Con intimità e integrità. Ed anche in forza della serietà estrosa.

In che senso “serietà estrosa”?
“Serietà estrosa” è la caratteristica che distingue INCOGNITA.
‘Serio’ perché i relatori sono vagliati secondo indiscutibili competenze.
‘Estroso’ perché intende scavalcare le miopie accademiche che ingessano la conoscenza, facendo perdere di vista: uno, che è un cammino aperto in tutte le direzioni; due, che si affida alla mente come un periscopio che punta il faro nella vastità di un sapere che mai come oggi deve essere consapevolizzato. L’Oriente è occidentale quanto l’Occidente è stato assunto e metabolizzato nei paesi dell’Asia aperti al futuro. La casa comune si chiama Eurasia.
Gli “incontri” della AC Mind School sono non convenzionali, dove chi parla e chi ascolta condivide in parti eguali il tentativo di cogliere nelle immersioni creative e cognitive dell’immaginario, in certi vagabondaggi illuminati e nei saperi non ancora del tutto spenti ai quattro capi del mondo, quell’indecifrabile linea dell’Oltre in cui il sovrumano e il post-umano, figli gemelli della ‘mente unificata’, si passano le consegne nell’ora presente.

“Tracce dal corpo di arcobaleno per un umano interiormente ridestato”, il programma 2020 è d’innegabile fascino.
Sì, come i suoi relatori. Pensa, avremo con noi ANGELO TONELLI, tra i grandi studiosi della sapienza greca, allievo diretto di GIORGIO COLLI, straordinario traduttore di Eschilo, Sofocle ed Euripide, esegeta di Parmenide, Empedocle, Eraclito e i presocratici, indagatore dei misteri orfici ed eleusini (tutti da lui pubblicati per Bompiani e Feltrinelli). Tonelli ci accompagnerà alla scoperta della sapienza. Che non è scialba erudizione, astronomia libraria. La sapienza si libra nel cuore del giorno, incide l’uomo, lo muta. In un imperdibile viaggio, teorico e pratico, nella sapienza orfica ed eleusina e nello sciamanesimo. Tra Grecia e Oriente.
Avremo il Maestro NICOLA CISTERNINO, compositore, direttore d’orchestra, artista e docente di Arti e Musiche Contemporanee presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, anche noto per aver elaborato dagli anni Ottanta un proprio universo grafosonoro definito come Graffiti Sonori per le interazioni nelle sue opere fra suono scrittura immagini e modelli compositivi quantistici. Il suo corso dal titolo “Cerco un Centro…” ci guiderà al cuore del Suono e Coscienza, tra Giacinto Scelsi e Franco Battiato.
Ci sarà GRAZIA MARCHIANÒ, figura di spicco della cultura internazionale, studiosa di estetica e orientalista, moglie di ELÉMIRE ZOLLA, che ci introdurrà nel mondo della materia che si accende di luce, cioè come destarsi alla non-dualità nella condizione vincolante dell’esperienza comune. Per un’esplorazione dell’ignoto nel noto, di donne e uomini senza paura.
Sarà dei nostri il pluripremiato regista teatrale dell’opera MACBETTU, ALESSANDRO SERRA: ha per noi in serbo un incontro il cui titolo è già un invito ad esserci: “Dentro il vuoto. Teatro, gioco, sovrannaturale”. Invito a prendere visione del programma, perché ogni sua riga ti fa vibrare come un diapason.
Con l’artista visivo e multidisciplinare, ALESSANDRO TINELLI, che vive a Parigi dove lavora per diversi marchi internazionali, attraverso i suoi video e commenti dal vivo faremo un viaggio etnografico aperto alla coscienza profonda nei luoghi sacri del corpo d’arcobaleno; non ultimo il suo documentario “Pietra specchiante” guidato dalla praticante sciamana dell’isola di Iheya (Giappone) aprirà un sentiero che porta ad un antico luogo sacro ignoto agli stessi autoctoni.
Concluderà l’a.a. il mio corso “Homo Imaginans. Strategie dell’Immaginazione” che prenderà le mosse dalla Rivoluzione cognitiva di 70.000 anni fa, allorché i Sapiens cominciarono a parlare di cose che esistevano soltanto nella loro immaginazione, per giungere all’attuale capacità di alterare il reale e generare strategie di consenso e di manipolazione attraverso l’Immaginazione. Il viaggio si snoderà, tra Occidente e Oriente, senza trascurare il pensiero magico, antico e rinascimentale, e alchemico e il suo riverbero nell’odierna psicosociologia.

Un programma davvero ricco e suggestivo.
Firmo e sottoscrivo!
Trovi il programma in dettaglio al sito www.incognita.online.

Paideia


Il burrascoso disorientamento di oggi, pieno di odio, violenza, bigottismo, fake news e psico-apatia, nasce dalla perdita di quello che in Grecia si chiamava “Paideia“, cioè la formazione che ha il potere di produrre trasformazioni nell’essere umano.
L’apprendimento come idea di assimilazione di informazioni è insufficiente per l’essere umano del XXI secolo. E lo mette fuori gioco.
Nonostante ciò, la scuola e l’università ancora oggi si preoccupano perlopiù di riempire la mente delle persone.
È una gravissima miopia su un punto di stringente attualità: una mente piena d’informazioni può essere una mente tossica, perché piena di dissonanze cognitive, cioè di convinzioni in combattimento le une con le altre.
Queste dissonanze disorientano e mettono l’uomo alla mercé della dittatura digitale, dell’odio, del bigottismo e delle fake news.
È vitale sviluppare una maggiore conoscenza di noi, tornare all’idea di “Paideia”, cioè la formazione che ha il potere di produrre trasformazioni nell’essere umano.
La Paideia è formazione, non solo informazione.
La Paideia si occupa di dare forma alla mente affinché la mente possa dare ordine alle informazioni e generare nuove idee creativamente avanzate.
“Formare” significa dare forma alla mente, lavorare anche sulla struttura della mente che riceve informazioni.
Perché è vitale?
Perché una mente ben formata produce il ‘pensare bene’ e l’‘agire bene’, cioè il ‘vivere bene’ nella sfera privata e pubblica, anche in senso civico.
Ecco perché serve questo antivirus al disorientamento di oggi.

Svāhā!
Gianluca Magi
www.incognita.online

● Programma 2020: http://incognita.online/iniziative_acmindschool_2020.html

● I POSTI LIBERI STANNO FINENDO

● Segreteria Incognita – AC MIND SCHOOL:
⦿ incognitamind@gmail.com
⦿ 340.3820327


Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: