Archive for the 'Filosofia indiana' Category

Gianluca Magi : AC Mind School – Incognita [Pesaro] : 18 ottobre 2020



Gianluca Magi, già docente di Storia e religioni in Cina, Sociologia della cultura indiana e Storia della filosofia all’Università di Urbino “Carlo Bo”, tra i più brillanti e accreditati studiosi di filosofie e psicologie orientali ed uno degli autori che ha maggiormente contribuito alla elaborazione teorico-pratica e alla diffusione della psicologia transpersonale in Italia, è autore di bestseller tradotti in 33 Paesi.
Ha fondato a Pesaro “Incognita” – centro d’eccellenza transdisciplinare d’Immaginazione, Filosofie, Scienze e Arti – che dirige con Franco Battiato.
È direttore scientifico, con Grazia Marchianò, della “AC Mind School” presso “Incognita”.
Dal 2012 si dedica al Gioco dell’Eroe, un grande progetto di percorso evolutivo diffuso in numerose città italiane: bit.ly/gioco-dell-eroe

PROGRAMMAHomo Imaginans. Strategie dell’Immaginazione”:

«L’Immaginazione è l’inizio della creazione. Prima immagini ciò che desideri. Poi vuoi ciò che immagini. E alla fine crei ciò che vuoi».
George Bernard Shaw

Le possibilità offerte dall’Immaginazione umana sono pressoché infinite, in quanto il nostro spazio mentale è pluridimensionale e non sottoposto alle stesse leggi che regolano lo spazio esterno che ci circonda.
Ciò nonostante, di tutte le facoltà umane, la meno valorizzata è proprio l’Immaginazione. E questo è un problema da non sottostimare, perché l’uso sistematico dell’Immaginazione oggi, e ancor più nel futuro alle porte, è indispensabile non solo per l’accrescimento della conoscenza, ma anche per salvarci dalle apparenze, dal caos, dalla stupidità e dall’assoggettamento.
Privi d’Immaginazione siamo totalmente prevedibili. Fattore non trascurabile, se pensiamo che in generale il successo di un’impresa umana è inversamente proporzionale alla sua prevedibilità.
Il viaggio prenderà le mosse dalla Rivoluzione cognitiva inaugurata 70.000 anni fa, allorché i Sapiens cominciarono a parlare di cose che esistevano soltanto nella loro Immaginazione.
La nostra esplorazione attraverserà gli snodi di questo vettore/fattore antropologico della creatività umana capace di attraversare la storia delle idee: dalla magia antica e rinascimentale alla tradizione alchemica, dalla scienza, fantascienza all’Immaginazione poetica e narrativa.
Il viaggio – che farà tesoro anche dei molteplici input giunti, su questi fronti, dal pensiero orientale (Persia, India, Cina, Tibet, Giappone) – giungerà sino all’attuale scenario politico internazionale, alla capacità di alterare il reale, generare strategie di consenso e di manipolazione attraverso l’Immaginazione o l’uso dei simboli della memetica sul web, che proseguono il lavoro dell’Immaginazione e della magia con modalità e mezzi solo apparentemente diversi.

● Evento AC MIND SCHOOL: facebook.com/events/471932686766747/

● Gruppo AC MIND SCHOOL: facebook.com/groups/426488867441344/

● Segreteria Incognita – AC MIND SCHOOL:
⦿ incognitamind@gmail.com – www.incognita.online
⦿ 340.3820327 (per iscrizioni e organizzazione)
⦿ 347.7899647 (per gestione alloggi in strutture convenzionate con Incognita a tariffe scontate)

INDIA. I 4 SCOPI DELLA VITA. A che cosa (ci) servono?


… E per un attimo, e nei momenti migliori, usciamo dal pantano del tempo, dalla gabbia soffocante delle convenzioni, della ricerca di un mero benessere materiale e fisico, della ricerca del piacere come semplice auto-gratificazione data dal possesso, dell’adempimento dei doveri che la società ci addossa.

E in quegli istanti magici, in cui l’inquietudine che infuriava come una malattia ammutolisce, sanata, comprendiamo che l’uomo è un essere spirituale, nel senso che è pura energia che si esprime nella materia, si densifica nel peso, ma è energia…

Appuntamento della rassegna “Sguardi su Oriente e Occidente” curata dalla Libreria Rotondi nell’ambito della manifestazione Notti di cinema e non solo a piazza Vittorio – Mercoledì 25 luglio 2018, piazza Vittorio Emanuele II, Roma.
Introduce e modera il giornalista e scrittore Francesco Palmieri.

Buona visione e…buona lettura!

Quattro libri per l’Estate:
• Il tesoro nascosto → https://amzn.to/2NbNxWR
• I 36 stratagemmi (Pres.: Franco Battiato) → https://amzn.to/2OzJyoK
• Il Gioco dell’Eroe (Pres.: Franco Battiato) → https://amzn.to/2OyAoJa
• I 64 Enigmi → https://amzn.to/2M8czWZ

Gianluca Magi, Gioco dell’Eroe

www.incognita.online

ISCRIVITI al canale Youtube di Gianluca Magi: you’ll find out Good Visions!

ISCRIVITI alla mia Facebook del Gioco dell’Eroe

I MIEI LIBRI

India. I 4 scopi della vita. A che cosa (ci) servono?


Copertina-FB-Roma-India

INDIA. I QUATTRO SCOPI DELLA VITA. A che cosa (ci) servono?
Mercoledì 25 luglio dalle h. 19.00 alle h. 20.00
Piazza Vittorio – ROMA- INGRESSO GRATUITO

– Relatore: Gianluca Magi
Introduce: Francesco Palmieri

Un uomo sognato da Shakespeare affermò che siamo fatti della stessa materia dei sogni; per le filosofie indiane della Liberazione non è un’interiezione dello smarrimento o una metafora; è la diretta enunciazione di una verità esatta. Lo è a tal punto che, illuminato, Siddhartha Gautama si disse «Buddha», «il Risvegliato».

Sino a tal conseguimento l’uomo trascorre la vita sopito nel sogno della veglia, strattonato di qua e di là dalla brama sessuale (kāma), sempre al centro di ogni fare, barcamenandosi nell’adempimento dei doveri etico-religiosi (dharma) che la società gli addossa o trafficando per imporre il proprio interesse (artha).
Tre attività, beninteso, utili per la continuazione della specie tanto che il pensiero tradizionale hindu accoda a ciascuna una sterminata letteratura. Ma l’uomo che ne comprende le loro qualità seduttive, ambisce svincolarsene, così come ci si disfa da un sogno o come ci si distrae da circostanze che distraggono, mirando alla Liberazione (mokṣa).

Gianluca Magi ha insegnato Storia delle religioni e delle filosofie indiane all’Università di Urbino.
Ha curato le Voci di filosofia indiana nell’Enciclopedia filosofica, 12 voll., promossa dal Centro Studi Filosofici di Gallarate ed edita da Bompiani nel 2006 (poi dal Corriere della Sera nel 2011).
È autore di best seller e la sua opera è tradotta in 33 Paesi.
Ha fondato a Pesaro «INCOGNITA. Advanced Creativity», laboratorio d’eccellenza transdisciplinare, che dirige con Franco Battiato: www.incognita.online.
Dal 2012 lascia l’insegnamento universitrio per dedicarsi al Gioco dell’Eroe, un grande progetto di percorso evolutivo che sta diffondendo in tutta Italia: www.giocodelleroe.it .

Evviva!
Gianluca Magi
www.incognita.online

ISCRIVITI al mio canale Youtube: you’ll find out Good Visions!

ISCRIVITI alla mia pagina Facebook

I MIEI LIBRI

Incantesimo e fascinazione: il potere del suono e della voce nell’India antica


il-potere-del-suono-e-della-voce-nell'India-antica

Il Sāma-Veda, il Veda delle Melodie, dei Canti, la Conoscenza delle Armonie astrali o sonore, ha per oggetto le notazioni musicali da intonare durante i riti.

Cantare comporta uno scioglimento degli Inni di lode (Ṛg-Veda). I canti agli dèi compongono una tessitura ben costruita (e se il sanscrito si chiama così, è perché il termine ‘saṃskṛta‘ significa “fatto ad arte”, ‘perfectum‘).

Il canto è un altro archetipo che si sentì necessario convocare modulando la voce in modo impeccabile, ammaliante. Questa è infatti la via dell’acquietamento, dell’ammaliamento, della fascinazione.

Pensiamo all’incantatore di cobra: lui ammalia il serpente suonando con lo zufolo una melodia che calma il pericoloso rettile.
In modo analogo, l’aspetto «terribile» di una divinità (che è sempre ambivalente e che può essere estremamente pericolosa da convocare) viene placato, rabbonito, acquietato e propiziato dalle magiche melodie. Sulle ali delle magiche melodie i sacri incantesimi dei versi magici salgono fino all’invisibile sfera divina. È una seduzione.

Pensiamo al termine inglese “charm“, «fascino, incantesimo»: “charm” viene dal latino ‘carmen’, che indica il «canto magico con cui ci s’ingrazia un essere soprannaturale».
Con lo stesso spirito, il termine sanscrito ‘sāman’ significa letteralmente «melodia ammaliante, affascinante» e denota un settore speciale dell’arte sacerdotale vedica dei rituali, che tratta delle melodie con cui le varie strofe (ṛc) del Ṛg-veda vanno cantate.

Si tratta di un’arte magica, di cui alcuni elementi sono talmente potenti e pericolosi, perché richiamano forze invisibili, che non possono essere eseguiti nei confini del villaggio, cosicché il maestro e gli allievi si recano nel grembo dalla foresta….

– brano ampliato da: Gianluca Magi, “Il Gioco dell’Eroe” («Un grande sasso gettato in un immobile stagno» – Franco Battiato). QUI puoi acquistare il libro e CD audio: https://amzn.to/2quBr28


Prossimi appuntamenti:

20 Maggio Pesaro (Incognita): Gianluca Magi – GdE3 Reprise
Info e iscrizioni: 339.7450313; lauracasadei@yahoo.it

27 Maggio Bergamo: Gianluca Magi – Gioco dell’Eroe
Info e iscrizioni: https://www.facebook.com/events/160376008081787/

1-3 Giugno: GdE INTERaCTIONS – Gianluca Magi – Cagliari
Info e iscrizioni: https://www.facebook.com/events/1503985842982698/

24 Giugno: GdE7 – Gianluca Magi – “Incognita” Pesaro
Possono prendervi parte solo i Giocatori che hanno attraversato i precedenti sei territori della Mente.

8-9 Settembre: Incognita Summer School – Grazia Marchianò e Gianluca Magi – Pesaro
La Summer School è a numero chiuso e a posti limitati.
Info e iscrizioni: www.incognita.online

Evviva!
Gianluca Magi
www.incognita.online

ISCRIVITI al mio canale Youtube: you’ll find out Good Visions!

ISCRIVITI alla mia pagina Facebook

I MIEI LIBRI


Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: