Archive for the 'Feedbacks & etc.' Category

Interessante visione di una Viaggiatrice GdE



Il Gioco dell’Eroe.
La porta della percezione per essere straordinario in un mondo ordinario

Edizioni Il Punto d’Incontro [Presentazione di Franco Battiato]

Pubblico in extenso questo nuovo commento sull’esperienza del Gioco dell’Eroe arrivatomi ieri.
Ringrazio di cuore Cristina C. anche per la lucidità espositiva.

«Mi sono avvicinata al Gioco dell’Eroe con la curiosità di una bambina alla ricerca di una nuova esperienza in grado di dissolvere i pesi del passato. La mia sete di conoscenza negli anni non si è mai sopita, anzi ogni nuova esperienza mi ha sempre portato nuova linfa e nuova energia per continuare il mio personale viaggio.

Il Gioco dell’Eroe è appunto un viaggio all’interno di se stessi: è come andare ad attingere direttamente alla fonte, senza intermediari, sorprendendosi del fatto che le risposte a lungo cercate improvvisamente affiorano, emergono, prendono corpo con la forza di una verità troppo a lungo trattenuta.

Mi risuonano le parole di Gianluca, del Magio, come lui ama definirsi: non esistono limiti ma soltanto soglie da attraversare… come tante frasi da lui pronunciate, questa mi colpì con la forza di una folgore. Ma come fare per metterla in pratica?

Com’è nello stile di Magi, ecco che dal suo cilindro di prestigiatore, estrae Il Gioco dell’Eroe. Ogni volta che ne parlo faccio fatica a descriverlo: la migliore definizione direi è meditazione e visualizzazione guidata, ma non rende bene l’idea…

Non è necessario avere visioni particolari, si può ascoltare il CD semplicemente per il piacere di farlo, oppure chiedendo consiglio e sostegno alla propria guida interiore. Ci si può anche addormentare: funziona ugualmente.

È veramente un movimento magico: non mi è possibile descrivere diversamente questa esperienza. I propri limiti caratteriali apparsi fino a quel momento come insormontabili, monolitici, improvvisamente si disgregano, diventano fluidi conferendo la capacità di andare oltre a se stessi o per meglio dire a ciò che si credeva di essere.

Praticando il Gioco dell’Eroe aumentano le nostre capacità percettive, la realtà che ci circonda diviene come trasparente, tutto si fa più chiaro, limpido, semplice anche le cose apparentemente complicate;
non posso fare a meno di pensare a “Maya” il velo che ci impedisce di vedere le cose come veramente sono: ebbene forse il Gioco ci permette di cominciare a squarciarlo.
In un momento di massima sollecitazione del Gioco mi sono sentita come una ricetrasmittente che riceve ed irradia, come un catalizzatore in grado di favorire e accelerare lo sviluppo di processi evolutivi da parte di altre persone come il Gioco stava facendo con me. Mi è apparsa l’immagine di un fascio di luce proveniente dall’alto che una volta toccato terra si propaga a raggiera, con la forza di un torrente in piena quando si spande nella terra assetata. Siamo tutti uniti: questa definizione finora solo intuita è divenuta per me talmente reale da sentirla quasi in modo fisico: siamo come parte di una grande rete umana, il Web dell’umanità, dove ogni singolo elemento è connesso all’altro tramite fili invisibili.

Ecco la grande potenza del Gioco dell’Eroe: la possibilità di percepire l’invisibile, di renderlo come tangibile, utilizzando una specie di sesto senso per ora sconosciuto alla maggior parte delle persone che però, solo volendolo, è disponibile a tutti, anzi non aspetta altro che di essere riconosciuto». 

Cristina C., Libera professionista e “assaggiatrice di esperienze”

Per i precedenti feedback sul GdE, LEGGI QUI:

Per seguire Il Gioco dell’Eroe su FACEBOOK.

Per essere aggiornato su tutte le novità del GdE,  alla CLICCA QUI.

Evviva!
ilMagio

VIDEO:

Annunci

Categorie

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: