Archivio per settembre 2020

Cronache dal regno della polizia del pensiero: David Hume cancellato.


L’Università di Edimburgo cancella il nome di David Hume, il filosofo illuminista emblema della libertà economica e della tolleranza.
Nel mirino di Black Lives Matter per alcune sue espressioni e per l’amicizia con uno schiavista, David Hume diventa ora razzista e colluso con la schiavitù.
Questi militanti hanno un’agenda ideologica antioccidentale.
I prossimi saranno Kipling, Dickens e il premio Nobel per la Letteratura George Bernard Shaw?
Tra l’altro, David Hume nel suo Dei primi principi del governo del 1741, scrisse:
«La forza sta sempre dalla parte dei governati», i quali, associandosi, potrebbero impadronirsi del potere; ma fintantoché si farà credere loro di non averlo, allora il potente potrà continuare a governare.
Con questo concetto, limpido come acqua sorgiva, David Hume anticipava il motivo per cui da un secolo a questa parte, allorché le conquiste della democrazia venivano percepite dalle élites politiche ed economiche come una minaccia, si è sviluppata nei paesi occidentali un’imponente industria delle pubbliche relazioni e dell’ingegneria del consenso.
Se eliminano David Hume, la polizia del pensiero può tutto.
Non passiamo sottogamba questi segnali. Sono forti e chiari. Di ciò che sta accadendo sotto il nostro naso.

Cari saluti,
Gianluca Magi
www.incognita.online

AC Mind School Pesaro 26/27 settembre


❗️ DUE POSTI DISPONIBILI AC MIND SCHOOL
Pesaro | 26 settembre – 22 novembre 2020
per il primo weekend di Seminari – 26/27 settembre:
Angelo TonelliSapienza e sciamanesimo tra Grecia e Oriente.
Nicola CisterninoCerco un Centro… Suono e Coscienza fra Giacinto Scelsi e Franco Battiato.

📖 https://www.facebook.com/events/313778009867563/

➡️ PROGRAMMA analitico: www.incognita.online

📧 CONTATTI:
340.3820327 (Jessica): per singoli Seminari
339.7450313 (Laura): per intero ciclo di 6 Seminari
347.7899647 (Marylène): (per alloggio in strutture convenzionate con Incognita AC)

Evviva!
Gianluca Magi
www.incognita.online

«Se riuscite a immaginare un modo per impaurire le persone, potete fargli fare quello che volete».


LA STORIA INSEGNA?
Fine del secondo conflitto mondiale.
Resa incondizionata della Germania.
Processo di Norimberga ai più alti funzionari nazisti. Gli onnipotenti del Reich, colpevoli di efferate atrocità. Tra questi, l’uomo nella fotografia: Hermann Göring, il maresciallo del Reich. Il più vicino a Hitler tra i gerarchi tedeschi in aula.

I giudici chiedono a Göring come il nazismo fosse stato in grado di convincere il popolo tedesco ad accettare quell’abominio.
«È stato facile. E non ha nulla a che fare con il nazismo. Ha a che fare con la natura umana» – risponde l’imputato – «Lo puoi fare in un regime nazista, socialista, comunista, in una monarchia e anche in una democrazia. L’unica cosa che si deve fare per rendere schiave le persone è impaurirle. Se riuscite a immaginare un modo per impaurire le persone, potete fargli fare quello che volete».

E la manipolazione – aggiungiamo noi – è ancora più efficace se le persone non si rendono neppure più conto di essere impaurite.

Primo Levi ne I sommersi e i salvati scriveva:
«Tutto ciò è accaduto, dunque può ancora accadere».

Diversi mesi fa, dopo alcuni anni di scrupoloso lavoro, conclusi la scrittura di un libro in cui mostro con lucidità scientifica, punto su punto, che le “innovazioni” propagandistiche del Terzo Reich sono sopravvissute e che oggi annunciano un futuro politico che potrebbe essere terrificante. Un libro che merita di essere letto da tutti coloro che sono preoccupati per il futuro della democrazia. E siamo in tanti.

Questo mio libro è da diversi mesi in stato di <censura preventiva> presso diversi editori che hanno «paura di pubblicarlo».
Non mi era mai capitato di essere censurato in oltre 25 anni di carriera di scrittore. Ed è, vi assicuro, molto molto sgradevole.
È una cartina di tornasole dell’aria che tira.

Onore all’Editore che avrà il coraggio di pubblicarlo!
La ricerca prosegue…

In alto le Menti e i Cuori!
Gianluca Magi
www.incognita.online

Sei gradi di separazione


Quando mi trovo in una situazione che non riesco ad affrontare col solo pensiero razionale e convergente oppure che voglio arricchire col pensiero laterale, obliquo e divergente, seguo il consiglio degli antichi taoisti, di Carl Gustav Jung e di Philip Dick:

lancio per sei volte una moneta, consulto i “64 Enigmi” e lascio rotolare le parole dell’Oracolo di saggezza nel cuore, per portare chiarezza nella mente.

Oggi è uscito il 17° Enigma “Seguire”.
Ecco alcuni stralci di cosa vi ho letto e che illumina i miei pensieri.

SENTENZA. Il seguire. Sublime successo! La corretta perseveranza porta premio. Nessun errore.

SPIEGAZIONE. La situazione illustra l’accordarsi interiormente, in armonia con le esigenze e l’evoluzione dei tempi, con un flusso più grande che reca vantaggio.

→ XX STRATAGEMMA: Il brillante stratega sa trarre vantaggio anche dalle circostanze o dai movimenti storici confusi.

ILLUSTRAZIONE. Lo scrittore ungherese Frigyes Karinthy, nel 1929, lanciò l’ipotesi dei sei gradi di separazione: «Una persona è distante da te solo 5 passi», cioè una qualunque persona può essere collegata a qualunque altro abitante del globo terrestre attraverso una catena di conoscenze che conta non più di cinque intermediari.
L’ipotesi fu confermata nel 1967 dallo psicologo Stanley Milgram, che la chiamò “Teoria del mondo piccolo“, e più tardi, nel 2001, da Duncan Watts della Columbia University.
Nel 2011 una ricerca informatica su scala planetaria, in collaborazione con Facebook, ha ridotto i gradi di separazione a 4,74.
Oggi, l’epoca dei social network e del networking sembra aver ridotto ulteriormente i gradi di separazione a circa tre. L’importanza della condivisione e dell’accordarsi a un flusso così grande che reca vantaggio alla propria vita e alla propria professione è cruciale.

I 5 PUNTI CARDINALI PER CAVALCARE questo rivoluzionario flusso:
[…]
Online/Offline. Trasforma la rete virtuale in rete reale. Fai convergere i due mondi, per non dimenticare che siamo creature fatte di carne, cuore e spirito.
Poterci abbracciare fa bene!

Gianluca Magi
www.incognita.online
———————
☛ Per acquistare i 64 ENIGMI (Sperling&Kupfer) clicca qui: https://amzn.to/32cjFnP

☛ AC Mind School 2020 (Incognita – Pesaro): fb.com/events/313778009867563/ : ultimi posti disponibili.

“Che razza di macchina è l’uomo! Le metti pane, vino, pesci, rapanelli, ed escono sospiri, risate e sogni. Una fabbrica!”.


“Che razza di macchina è l’uomo! Le metti pane, vino, pesci, rapanelli, ed escono sospiri, risate e sogni. Una fabbrica!”.
Così scriveva Nikos Kazantzakis, sapendo bene che il carburante della “macchina uomo” è un prodotto unico ed ha caratteristiche straordinarie. Quel carburante è l’immaginazione.

La capacità di creare mondi e universi con il pensiero. E questo non solo nei romanzi, dove le storie prendono forma, ma nella vita di tutti i giorni, che da ordinaria può trasformarsi in straordinaria in un batter di ciglia. Come nei giochi che facevamo da bambini, in cui tutto era possibile, perché tutto era immaginabile.
La grande assente nel mondo di oggi è proprio l’immaginazione, quella capacità di volare che gli uomini hanno sin dalla nascita, ma che spesso dimenticano chiusa nei cassetti della vita che trascorre scandita da ritmi conosciuti, sempre uguali a sé stessi.

Non è un caso che la nuova edizione aggiornata del libro “Il Gioco dell’Eroe. La porta dell’Immaginazione” di Gianluca Magi, uscito il 5 settembre, sia già balzata ai primi posti della classifica Amazon dei libri più venduti nelle sezioni di Filosofia, Psicologia e capacità cognitive.
C’è fame di immaginazione, c’è fame di giocare, di leggere pensieri nuovi, di conoscere e prendere nuove strade. Il libro di Gianluca Magi, orientalista e filosofo che da anni riesce a sintetizzare le parole dell’Occidente con i densi silenzi dell’Oriente, in realtà non è un libro, ma è una possibilità. E’ una porta magica che si apre su nuovi mondi paralleli.

Autore di una quindicina di libri di successo e tradotto in 33 Paesi, Gianluca Magi in Italia è una specie di star, che brilla perché sta in ombra. Non ama apparire in tv, nonostante sia largamente corteggiato per partecipare a talk show di ogni genere, e questo già ne fa un animale raro.
Grande viaggiatore fin da giovane e docente universitario, Magi ha fondato a PesaroIncognita – Advanced Creativity”, centro d’eccellenza transdisciplinare d’Immaginazione, Filosofie, Scienze e Arti, che dirige insieme a Franco Battiato.
E nell’edizione aggiornata non poteva certo mancare la presentazione del cantautore siciliano, una sorta di fratello maggiore per Magi. I due da anni condividono storie e ispirazioni, musica, film e canzoni, in un intreccio vitale, in un gioco costante, condotto con sapienza e affetto anche a distanza.

Il Gioco dell’Eroe è in realtà un grande sasso gettato in un immobile stagno”, scrive Battiato, cogliendo in pieno la capacità dinamica del libro di Magi, che smuove acque immobili, che imprime nuova forza alle gambe per seguire nuovi percorsi.

E se Paul Gauguin chiudeva i suoi occhi per poter vedere, il Gioco dell’Eroe li spalanca invece su nuovi mondi. Come in un’avventura. Ognuno ha la sua. A ognuno il suo gioco.
La nuova edizione mette in luce come di tutte le facoltà umane, la meno valorizzata sia proprio l’immaginazione. Spesso sottostimata, eppure fondamentale per salvarci dalle apparenze e dal caos che impregnano le fitte trame di questa epoca in bilico che ci ritroviamo a vivere.

Prima del cane, il miglior amico dell’uomo è l’immaginazione – ci dice Gianluca Magi – e purtroppo invecchia precocemente. Aggrinzisce, man mano che cresciamo. Per diventare prima un’ombra e poi una menzogna.
Ma perché l’immaginazione è così importante?
Perché privo d’immaginazione sei totalmente prevedibile. Fattore non trascurabile, se si pensa che in generale il successo di un’impresa umana è inversamente proporzionale alla sua prevedibilità.

Il Gioco dell’Eroe è quindi una sorta di stimolatore dell’immaginazione. Attraverso una traccia audio, completamente rinnovata nella nuova edizione grazie alla creazione di un Visual Ambient Sound spaziale a firma di Cristoforo Magi (figlio dell’autore), è possibile indurre uno stato di coscienza di riflessione profonda.
La musica si intitola “Follow the White Rabbit”, segui il coniglio bianco, ed è impossibile non pensare immediatamente al Bianconiglio di Alice nel Paese delle Meraviglie.
E il gioco è già iniziato.

– Articolo di Oriana Allegri.
www.panorama.it/…/gianluca-magi-gioco-eroe-porta-immaginaz…/
——————-
Per acquistare il GIOCO DELL’EROE, Presentazione di FRANCO BATTIATO, clicca qui: https://amzn.to/2Gr2MNN

AC Mind School 2020 (Incognita – Pesaro): fb.com/events/313778009867563/ : ultimi posti disponibili.

Al referendum del 20/21 settembre IO VOTO NO, perché…


…è un demagogico specchietto per le allodole. Una trappola.

Un Parlamento amputato, ridotto a pallido fantasma di quello che dovrebbe essere, comporterà anche la modifica di funzioni, competenze, modalità di elezioni dei parlamentari stessi e l’alterazione dell’equilibrio fra gli organi costituzionali.
Cioè, l’aggravamento autolesionistico della situazione in cui ci troviamo, un colpo ferale alla democrazia rappresentativa e l’ingresso nell’universo descritto da George Orwell.

Una disamina analitica sul perché votare NO, la trovi nell’intervista a Lorenzo Infantino (professore di Filosofia delle Scienze Sociali alla Luiss Guido Carli di Roma) qui: https://bit.ly/2FaC0s5

Passaparola.

Cari saluti,
Gianluca Magi
www.incognita.online

——————-
☛ Per acquistare il GIOCO DELL’EROE, Presentazione di FRANCO BATTIATO, clicca qui: https://amzn.to/2Gr2MNN

☛ AC Mind School 2020 (Incognita – Pesaro): fb.com/events/313778009867563/ : ultimi posti disponibili.

Il mondo è un meraviglioso tappeto del quale vediamo il rovescio…


È mia forte convinzione di trovarci in un momento cruciale della storia della psiche umana, un momento in cui l’Immaginazione diventa il metodo di elezione.
L’Immaginazione è un potente stimolo evolutivo per la mentalità poco immaginativa che serpeggia oggi per le strade, mentalità che mortifica l’intelletto e lo menoma col terrore e con la sclerotizzazione che i sistemi economico-finanziari disseminano in giro per ridurre l’umanità a uno stato di perenne infantilismo, per renderla facilmente controllabile.

La sfida del nostro tempo è immaginare il reale.
È in questione il potere dell’immaginazione, una sorta di ri-evoluzione interiore!
Per innescare i moti di cambiamento è necessario un diverso atteggiamento emozionale nell’immaginare il mondo.
In tal modo si ha un salto di livello.

Il mondo è un meraviglioso tappeto del quale vediamo il rovescio: il bellissimo disegno sta oltre i nostri occhi.

– da: Gianluca Magi, GIOCO DELL’EROE
——————-
☛ Per acquistare il GIOCO DELL’EROE, Presentazione di FRANCO BATTIATO, clicca qui: https://amzn.to/2Gr2MNN

☛ AC Mind School 2020 (Incognita – Pesaro): fb.com/events/313778009867563/ : ultimi posti disponibili.


Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: