Incantesimo e fascinazione: il potere del suono e della voce nell’India antica


il-potere-del-suono-e-della-voce-nell'India-antica

Il Sāma-Veda, il Veda delle Melodie, dei Canti, la Conoscenza delle Armonie astrali o sonore, ha per oggetto le notazioni musicali da intonare durante i riti.

Cantare comporta uno scioglimento degli Inni di lode (Ṛg-Veda). I canti agli dèi compongono una tessitura ben costruita (e se il sanscrito si chiama così, è perché il termine ‘saṃskṛta‘ significa “fatto ad arte”, ‘perfectum‘).

Il canto è un altro archetipo che si sentì necessario convocare modulando la voce in modo impeccabile, ammaliante. Questa è infatti la via dell’acquietamento, dell’ammaliamento, della fascinazione.

Pensiamo all’incantatore di cobra: lui ammalia il serpente suonando con lo zufolo una melodia che calma il pericoloso rettile.
In modo analogo, l’aspetto «terribile» di una divinità (che è sempre ambivalente e che può essere estremamente pericolosa da convocare) viene placato, rabbonito, acquietato e propiziato dalle magiche melodie. Sulle ali delle magiche melodie i sacri incantesimi dei versi magici salgono fino all’invisibile sfera divina. È una seduzione.

Pensiamo al termine inglese “charm“, «fascino, incantesimo»: “charm” viene dal latino ‘carmen’, che indica il «canto magico con cui ci s’ingrazia un essere soprannaturale».
Con lo stesso spirito, il termine sanscrito ‘sāman’ significa letteralmente «melodia ammaliante, affascinante» e denota un settore speciale dell’arte sacerdotale vedica dei rituali, che tratta delle melodie con cui le varie strofe (ṛc) del Ṛg-veda vanno cantate.

Si tratta di un’arte magica, di cui alcuni elementi sono talmente potenti e pericolosi, perché richiamano forze invisibili, che non possono essere eseguiti nei confini del villaggio, cosicché il maestro e gli allievi si recano nel grembo dalla foresta….

– brano ampliato da: Gianluca Magi, “Il Gioco dell’Eroe” («Un grande sasso gettato in un immobile stagno» – Franco Battiato). QUI puoi acquistare il libro e CD audio: https://amzn.to/2quBr28


Prossimi appuntamenti:

20 Maggio Pesaro (Incognita): Gianluca Magi – GdE3 Reprise
Info e iscrizioni: 339.7450313; lauracasadei@yahoo.it

27 Maggio Bergamo: Gianluca Magi – Gioco dell’Eroe
Info e iscrizioni: https://www.facebook.com/events/160376008081787/

1-3 Giugno: GdE INTERaCTIONS – Gianluca Magi – Cagliari
Info e iscrizioni: https://www.facebook.com/events/1503985842982698/

24 Giugno: GdE7 – Gianluca Magi – “Incognita” Pesaro
Possono prendervi parte solo i Giocatori che hanno attraversato i precedenti sei territori della Mente.

8-9 Settembre: Incognita Summer School – Grazia Marchianò e Gianluca Magi – Pesaro
La Summer School è a numero chiuso e a posti limitati.
Info e iscrizioni: www.incognita.online

Evviva!
Gianluca Magi
www.incognita.online

ISCRIVITI al mio canale Youtube: you’ll find out Good Visions!

ISCRIVITI alla mia pagina Facebook

I MIEI LIBRI

Annunci

0 Responses to “Incantesimo e fascinazione: il potere del suono e della voce nell’India antica”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Categorie

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: