Archivio per aprile 2012

Trova il gatto! Piccolo esercizio per affinare l’attenzione


A causa della natura della percezione meccanicamente selettiva, è possibile incontrare difficoltà a percepire ciò che si aggira tra noi.
Porre attenzione nello scoprire figure o animali che si mimetizzano è un ottimo esercizio per sviluppare la propria presenza.
Buon divertimento!

p.s.: Se vuoi, puoi cronometrare quanto tempo impieghi per trovare il gatto. Una volta scoperto, non scrivere/dire ad altri dove si trova…

Annunci

Dio non vede le azioni, vede le intenzioni


Quasi vent’anni fa, fui condotto nel centro dell’Anatolia in una dergah (convento dei dervisci) della confraternita Bektashi.

Qui era in mia attesa una frase che mi segnò in modo capitale, mi riordinò le idee.

Mi insegnò una cosa che la vita mi ha confermato: non sempre il bene sta dove sembra che stia e non sempre il male sta dove apparentemente è. Ma che le cose sono complesse. Piene di sfumature.

La frase era: «Dio non vede le azioni, vede le intenzioni».

IL GIOCO DELL’EROE – Workshop di meditazione immaginativa di Gianluca Magi – Cagliari domenica 20 maggio 2012


Agli Amici Sardi:

19 MAGGIO
h. 18.30 Spazio t.Off , Via Nazario Sauro 6, Cagliari
Presentazione del libro/cd Il Gioco dell’Eroe. La porta della percezione per essere straordinario in un mondo ordinario.
[nell’occasione sarà presentato anche il volume Uscite dal sogno della veglia]
Ingresso libero

20 MAGGIO
dalle h. 10.00 alle 18.30 Spazio t.Off , Via Nazario Sauro 6, Cagliari
Workshop di meditazione immaginativa “Il Gioco dell’Eroe”.
I posti sono limitati e sono rimasti gli ultimi disponibili.

Info:
Articomparate.com
info@articomparate.com
articomparate@gmail.com
Responsabile dell’evento:
Dott. Francesco Cocco
fcocco@articomparate.com
cell. 328.1527825

WORKSHOP “IL GIOCO DELL’EROE”

«Il Gioco dell’Eroe è un invito diretto alla vita interiore, e alla sua (inevitabile) trasmutazione evolutiva».
– FRANCO BATTIATO

«È singolare come io e Gianluca condividiamo gli stessi gusti in questa tradizione iniziatica che risale alla notte dei tempi».
– ALEJANDRO JODOROWSKY

«Un tempo credevo che i territori dell’Anima si dischiudessero solo agli sciamani, ai maghi e agli eroi.
Oggi ritengo, via experimentalis, che questa dimensione sia apra all’occhio interiore di tutti coloro che vogliano
sinceramente passare da una realtà che si subisce ad una realtà che si costruisce e gestisce».

– GIANLUCA MAGI
:: VIS NULLA :: VISIO TOTA :: SPIRITUS INDICAT ::
[Nessuno sforzo, ma chiara visione di ciò che si vuole ottenere secondo le indicazioni dello spirito]

Un viaggio interiore, trasformativo, in stato di leggera trance, come attraverso lo specchio magico di Alice, nella regione chiamata ‘Mitosfera’.

Il Gioco dell’Eroe è una teoria pratica che intraprende una strada nuova a partire da un’idea antica: mettere insieme in un’immagine coerente i pezzi della nostra vita, che è unica e chiede di essere vissuta con consapevolezza, per
scoprire le potenze invisibili (archetipi) che animano la propria mitologia personale.

Nel workshop si sbircerà, grazie al sentiero della meditazione immaginativa, attraverso le veneziane scorrevoli del tempo ciò che tempo non ha, per dare nuova linfa al nostro vissuto temporale.

È in gioco la nostra forza d’Immaginazione, che aprendo le porte all’intuizione e all’energia creativa opera una mutazione mentale per il cambio della nostra vita.

Trovare l’espressione della propria mitologia personale, significa addentrarsi nello spirito del profondo che conduce alla realtà dell’Anima, in quel lato nascosto ed extra–ordinario dello universo, che, silenziosamente, s’intreccia e interagisce con la realtà ordinaria.

Le immagini con cui veniamo a contatto nel Gioco dell’Eroe trasmettono un sapere codificato nella struttura della mente umana. Attraverso questa trasmissione è possibile acquisire strumenti e indicazioni per relazionarci in modo
efficace con noi stessi e gli altri, valicare schemi e abitudini che limitano la nostra vita, ottenere le chiavi per aprire le porte al successo, inteso come la capacità di far accadere le cose di cui realmente abbiamo bisogno.

«Chiunque tu sia: una sera esci fuori dalla tua stanza che conosci così bene.
Lo spazio immenso è vicino».

– RAINER MARIA RILKE

L’Eroe-Guerriero della Vita


Un Eroe-Guerriero della Vita prende ogni cosa nella vita come una sfida per perfezionarsi, rispondendo pienamente a ciò che accade, senza rimpianti o rimorsi.
Ciò che in genere più preme all’uomo ordinario è ottenere sicurezza e affermazione agli occhi degli altri; ciò che invece più preme a un Eroe-Guerriero è essere impeccabile ai propri occhi.
Ciò significa essere extra-ordinario.
Impeccabilità significa vivere con presenza mentale e totalità di attenzione.
Questa è una delle cose più nobili che si possa fare: significa trasmutare i cinque veleni emotivi – rabbia, orgoglio, avidità, invidia e accidia – in sapienza e amorevole compassione (verso se stessi e verso gli altri).
Significa: Cavalcare la propria tigre: Vincere senza combattere.
È un compito fuori dal comune, che richiede grande impeccabilità.
Ma non credere sia impossibile.

Ti racconto questa storia (che traggo da: Gianluca Magi, I 36 stratagemmi, Edizioni Il Punto d’Incontro, pp. 27-30).
Quando mi fu narrata, mi colpì profondamente.
Ti lascio in sua compagnia e ti auguro un sereno weekend.
Evviva!
ilMagio

Nella Tokyo degli anni Cinquanta una sera salì sulla metropolitana un energumeno ubriaco fradicio che, barcollando, tra bestemmie, urla e spintoni, cominciò a terrorizzare i passeggeri, i quali, dandosi al fuggi fuggi generale verso l’estremità opposta della vettura, si accucciarono paralizzati sui propri sedili. Alla scena assisteva uno dei primi americani recatisi in Giappone a studiare l’arte marziale dell’Aikido. L’americano, che era al vertice della sua condizione fisica grazie al training quotidiano di otto ore, si alzò di scatto in piedi, sentendosi chiamare in causa, prima che qualcuno si facesse male seriamente. Ma al contempo nella mente gli riecheggiavano le raccomandazioni del suo maestro: “L’Aikido è l’arte della riconciliazione. Chi ha in mente di combattere ha già spezzato la propria armonia con l’universo. Chi cerca di dominare gli altri è già sconfitto. Studia sempre come risolvere il conflitto, non come provocarlo!”.

“Ah! Uno sporco straniero!”, mugghiò l’ubriaco interrompendo il flusso di pensieri dell’americano. “Gli ci vuole una bella lezione alla maniera giapponese!”, continuò dirigendosi verso di lui con le mani serrate a pugno.
“Hey!”, si sentì all’improvviso dal fondo della parte opposta del vagone. E il tono era particolarmente allegro, come di chi avesse per caso incontrato un caro amico che non vedeva da lungo tempo.

L’energumeno, sorpreso, si girò e vide seduto nella penombra un minuscolo vecchietto giapponese sull’ottantina, avvolto nel suo kimono.
“Vieni qui”, lo chiamò l’anziano con un cenno leggero e affabile della mano.
“Che diavolo vuoi da me?”, grugnì aggressivamente l’ubriaco incamminandosi verso di lui.
Nel frattempo l’americano, che non scorgeva il volto dell’ometto, la cui voce gli suonava stranamente familiare, si teneva pronto ad atterrare l’ubriaco al minimo cenno di violenza.
“Che cosa stai bevendo?”, chiese amichevolmente il vecchio.
“Sake! Ma a te che importa?”, bofonchiò rabbiosamente l’altro in risposta.
“Ma è meraviglioso!”, replicò bonario l’anziano. “Sai, anch’io adoro il sake. Tutte le sere con mia moglie – siamo sposati da quasi sessant’anni – ci scaldiamo una boccetta di sake, poi in giardino seduti su una vecchia panca di legno ce lo gustiamo davanti al nostro ciliegio che cresce in cortile”. E continuò descrivendo le bellezze naturali del giardino e del piacere di farsi un sake sul finire della giornata. Mentre ascoltava l’anziano, il viso dell’ubriaco cominciò a distendersi e così le sue mani che, da strette a pugno, si aprirono.
“Sì, anche a me piacciono le ciliegie”, disse con voce strascicata.
“Già! E sono certo che hai una moglie fantastica”, replicò il vecchio con tono gioioso.
“No”, rispose l’uomo, “mia moglie è morta”. E tra i singhiozzi si lanciò nel disperato racconto di come avesse perso la moglie, la casa, il lavoro e di come ora si vergognasse di se stesso.

Proprio in quel momento la metropolitana giunse alla fermata dell’americano. Scendendo dal vagone udì l’anziano invitare l’uomo a raccontargli tutta la storia, mentre quello, come un bimbo smarrito, crollava sul sedile, adagiando la testa nel grembo del vecchio.
Mentre il treno ripartiva, la luce della stazione illuminò il volto dell’anziano.
Il sorriso benevolo che gli lanciò dal finestrino quasi gli arrestò il cuore: era il suo vecchio maestro di Aikido.

Per seguire Il Gioco dell’Eroe su FACEBOOK.

Per essere aggiornato su tutte le novità del GdE e/o
scaricare gratuitamente 2 ebook di Gianluca Magi
CLICCA QUI.

VIDEO:

Riflessioni sul Senso della Vita – Intervista a Gianluca Magi (gennaio 2010 – Riflessioni.it)


Per leggerla clicca:  Riflessioni sul Senso della Vita

WORKSHOP “IL GIOCO DELL’EROE” – Corso di Meditazione immaginativa di Gianluca Magi


Salute a tutti,

sulla pagina http://www.giocodelleroe.it/news.html sono on-line le prime date confermate del Workshop “Il Gioco dell’Eroe” di Gianluca Magi.

Altre sono in via di definizione.

Sulla pagina Facebook  novità, riflessioni, immagini, video in continuo aggiornamento…

Nella pagina http://www.giocodelleroe.it/modulo_newsletter.html è possibile iscriversi per ricevere direttamente nella tua mail le ultime novità su “Il Gioco dell’Eroe”.

We stay tuned!
ilMagio

日日是好日 – Eihei Dōgen zenji (XIII sec.)


«Ogni giorno è un buon giorno»

«Che ogni giorno sia un buon giorno»

[altra possibile traduzione, se preferisci]

Il Gioco dell’Eroe – L’amicizia arcana con l’ospite invisibile


 

«Il Gioco dell’Eroe è un grande sasso
gettato in un immobile stagno» – FRANCO BATTIATO

Gianluca Magi, Il Gioco dell’Eroe, Edizioni Il Punto d’Incontro

Libro con CD audio: dal 14 maggio in tutte le librerie

http://www.giocodelleroe.it

http://www.facebook.com/pages/IL-GIOCO-DELLEROE/123622424404987

Con la sovracopertina de Il Gioco dell’Eroe appena pronta auguro a tutti…


…goduriose festività pasquali.

Evviva!
ilMagio

p.s.: il 14 maggio – data di uscita del libro+CD audio – è vicino…. Stay tuned!


Categorie

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: