Chi desidera non considera e si assidera


Così, perlomeno, ritenevano gli antichi studiosi della volta celeste, dei paesaggi diurni e notturni, che di ogni astro sentivano il ritmo come fosse il battito d’una creatura viva.
Che amavano il cielo e se ne sentivano risucchiati. Per i quali tutto ciò che era bello e giusto era astrale, stellare.

Dunque il cum-siderare denotava il prestare lucida attenzione, come seduti accanto alle stelle (sider); mentre il de-siderare il provare una mancanza, il venire meno alle stelle; e l’ad-siderare l’interizzirsi a causa di tale lontananza.

0 Responses to “Chi desidera non considera e si assidera”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: